Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Arte > 05 Marzo 2014

A Casa Zanussi si dialoga sull'imprevedibile "art-gate" di Lorenzo Missoni

L'"art-gate" di Lorenzo Missoni

Pordenone (PN) - L’arte raccontata da chi la "fa": sarà dedicato a Lorenzo Missoni, uno degli artisti di riferimento sulla scena contemporanea internazionale – lunga e prestigiosa la sua carriera espositiva dalla Biennale al Mart di Rovereto passando per l'Atlantic Center di New Smyrna Beach in Florida - il prossimo appuntamento del ciclo Da vicino, giunto alla 3^ edizione. Sabato 8 marzo alle 17.00, al Centro Culturale Casa A. Zanussi di Pordenone (Sala Appi), il Centro Iniziative Culturali Pordenone propone dunque un nuovo dialogo dedicato all’arte, fra il curatore Angelo Bertani e Lorenzo Missoni, udinese, attivo fra la sua città e Berlino, noto e apprezzato per la una cifra stilistica che parte da un oggetto del quotidiano per astrarlo, ripensarlo e trasformatlo come "art-gate" verso nuovi mondi possibili.

Un vero a proprio "art-gate", dunque: Lorenzo Missoni opera una sorta di cortocircuito tra una visione consuetudinaria del mondo e una visione altra che ci apre invece a nuove e inaspettate considerazioni su quanto ci circonda: l’arte può scaturire dalle cose più banali proprio perché non è mai solo una tecnica, quanto piuttosto un modo originale di vedere e di pensare. Così anche nella recentissima partecipazione di Lorenzo Missoni alla mostra “Andata e ricordo. Souvenir de voyage” del Mart di Rovereto, incentrata sui temi del turismo, del viaggio, del souvenir, delle mappe culturali, della globalizzazione e del postmodernismo.

I collage di Lorenzo Missoni, ottenuti ritagliando le fotografie delle enciclopedie, testimoniavano che le immagini comuni e inflazionate possono diventare occasione per un viaggio personale, immaginifico, fatto accostando luoghi fra loro lontani e visti soltanto in fotografia. Lorenzo Missoni lavora dunque su scarti minimi, minimi di esistenze, applicati a oggetti preesistenti e svuotati dal loro significato principale per dare adito ad altri universi: la sua è sorta di di postproduzione del comune e ordinario, una ricerLorenzo Missonica dadaista e meccanica capace di attingere da oggetti qualunque e applicare un’operazione di cosmesi artistica, rendendo visibile il ‘medium’ necessario a questa "espansione".

Ingresso libero.


INFO: Centro Iniziative Culturali Pordenone, via Concordia 7, Pordenone; tel. 0434 553205; cicp@centroculturapordenone.it; www.centroculturapordenone.it

Leggi le Ultime Notizie >>>