Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 21 Febbraio 2014

Bookmark and Share

Gipi racconta la graphic novel "unastoria" al Knulp di Trieste

"Unastoria" di Gipi

Trieste (TS) - "Una storia", anzi "unastoria". Tutto minuscolo, tutto in una parola. È un evento editoriale: la graphic novel che segna l’atteso ritorno al fumetto di Gipi, l’autore più popolare e amato della narrativa disegnata italiana, dopo vari anni di “silenzio” in cui si è dedicato al cinema. Gipi parla del suo nuovo libro alla libreria caffè Knulp (via Madonna del Mare 7/a, Trieste) sabato 22 febbraio alle ore 17.30. Intervengono con l'autore: Alessandro Mezzena Lona (caporedattore cultura “Il Piccolo”), Dario Fontana e Maurizio Komar. A seguire, alle 21.30, proiezione del film “L'ultimo terrestre”, diretto da Gipi e presentato alla Mostra del Cinema di Venezia, in collaborazione con La Cappella Underground.

L'evento è promosso da Coconino Press, La Cappella Underground e Seconda Stella A Destra.

"Unastoria" è la storia di un uomo che va in pezzi. Silvano Landi, artista di successo lasciato dalla moglie, alla soglia dei cinquant’anni finisce in un ospedale psichiatrico. È ossessionato dalle lettere ritrovate del bisnonno, soldato nella carneficina della Prima guerra mondiale, che dalle trincee scriveva a casa. Sempre a un passo dalla morte, ma animato da un’incrollabile volontà di vivere per poter tornare un giorno dalla moglie e dal figlio.

Le due storie, il presente di Silvano Landi e il passato del suo avo Mauro, si intrecciano e diventano unastoria. La storia della fragilità di ognuno di noi, sospesi tra la bellezza e il continuo sentimento della sua perdita, tra la dolcezza e la tragedia della vita. Sotto i cieli dipinti ad acquerello di una natura magnifica e indifferente, splendida e crudele, Gipi disegna piccole donne e piccoli uomini di ieri e di oggi, le lacrime e le speranze che da sempre ci segnano il viso.

L'ULTIMO TERRESTRE
Già presentato fuori concorso al Trieste Science+Fiction 2011, l’autore dimostra la capacità di spaziare dalla narrativa realistica alla fantascienza, mantenendo la poesia e la dolce ingenuità che lo contraddistingue. La storia si svolge durante l’ultima settimana prima dell’arrivo di una civiltà extraterrestre sulla terra. Gli extraterrestri trovano un paese stanco e disilluso, in una crisi economica conclamata e gravissima. Ma il film non racconta la storia di un popolo; segue invece la vita di Luca Bertacci, un uomo con enormi problemi di relazione. Ma l’arrivo degli extraterrestri cambierà tutto. Difficile, al termine della storia, non pensare che questi extraterrestri con il loro arrivo tanto simile a un “giudizio universale“ siano alla fine venuti sulla terra solo per lui. Come un regalo.

L'AUTORE
Gipi: dal fumetto al cinema (e ritorno)
Gipi (Gianni Pacinotti) nasce a Pisa nel 1963. Nel 1994 inizia a pubblicare vignette e racconti brevi sulla rivista satirica Cuore. Le prime storie a fumetti escono sul mensile Blue. Per la casa editrice Coconino Press ha realizzato diversi libri: da Esterno Notte agli Appunti per una storia di guerra, premiato come Miglior fumetto dell'anno al Festival internazionale di Angouleme nel 2006. Tra le altre sue opere Questa è la stanza, la serie Baci dalla provincia, S., La mia vita disegnata male, l'antologia Diario di fiume e Verticali. Gipi è anche illustratore per La Repubblica e collabora col settimanale Internazionale. Nel 2011 ha debuttato come regista cinematografico con il film L’ultimo terrestre, prodotto da Fandango e presentato con successo al Festival di Venezia. In seguito ha realizzato il mediometraggio Smettere di fumare fumando e un videoclip per la band dei Massimo Volume.


INFO:
LIBRERIA CAFFE' KNULP
Tel. 040 300021
www.knulp.org

LA CAPPELLA UNDERGROUND
Tel. 040 3220551
www.lacappellaunderground.org

Leggi le Ultime Notizie >>>