Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 24 Gennaio 2014

Bookmark and Share

Nei "Giorni di Trieste" si parla dell'incendio del Narodni dom nel 1920

I giorni di Trieste

Trieste (TS) - Proseguono gli appuntamenti con “Lezioni di Storia”, promosse dal Comune di Trieste, ideate dagli Editori Laterza, realizzate con il sostegno di AcegasAps Società del Gruppo Hera e con la collaborazione de Il Piccolo. Nove lezioni per il ciclo “I giorni di Trieste”, affidate ad alcuni tra i maggiori storici italiani e introdotte dai giornalisti Alessandro Mezzena Lona, Arianna Boria, Pietro Spirito, Fabio Amodeo, Claudio Ernè.

Il ciclo di lezioni su “I giorni di Trieste” vuole restituire ad un ampio pubblico la complessità della storia di Trieste attraverso temi che hanno segnato il passato della città e hanno delineato la sua identità storica e culturale, dall’antichità all’età contemporanea.

Prossimo appuntamento: domenica 26 gennaio, sempre alle ore 11.00, nella Sala Grande del Teatro Verdi, su “LA CITTÀ DELLE NAZIONALITÀ - 1920: L’INCENDIO DEL NARODNI DOM”, con Marta Verginella, docente di Storia dell’Ottocento e Teoria della storia all’Università di Lubiana. Introduce Alessandro Mezzena Lona.
Un clima di contrapposizione tra le nazionalità si instaura a Trieste nella seconda metà dell’Ottocento: lo schieramento italiano ha il primato politico mentre quello sloveno sconta una condizione di subalternità ed esclusione dai centri di potere. La fine della prima guerra mondiale, con la dissoluzione dell’Impero asburgico e l’inclusione di Trieste nel Regno d’Italia, muta radicalmente la natura del conflitto tra italiani e sloveni. Nel 1920 l’incendio del Narodni dom pone fine all’ascesa economica e sociale della popolazione slovena e allontana ogni possibilità di sovvertire i rapporti di forza tra nazione dominata e nazione dominante.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>