Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > AttualitĂ  > 28 Dicembre 2013

Bookmark and Share

"Capodanno a Trieste 2014": grande festa di fine anno in piazza Unità

Capodanno a Trieste

Trieste (TS) - Musica di qualità e di alto livello tecnico-artistico ma, nel contempo, di radice rigorosamente “territoriale”, fuochi artificiali anch’essi di livello nel solco della migliore tradizione triestina, la previsione – così si confida – di un “meteo amico” in grado di richiamare in piazza anche più dei 5.000 cittadini e turisti comunque attesi: questi i principali ingredienti della grande festa di fine 2013 e inizio 2014, organizzata per martedì sera, 31 dicembre, in piazza dell’Unità, promossa come da consuetudine dal Comune di Trieste e presentata oggi appunto in Municipio.
Tutti i dettagli di “Capodanno a Trieste 2014” sono stati illustrati dall’Assessore comunale allo Sviluppo Economico e Turismo Edi Kraus, nel corso di una conferenza stampa cui hanno partecipato anche l’Assessore alle Politiche Sociali Laura Famulari - che martedì porterà, sul palco allestito per l’occasione, il saluto ufficiale dell’Amministrazione Municipale alla Città e agli ospiti presenti in piazza -, nonché gli artisti e gli organizzatori che saranno i protagonisti o i “curatori” dietro le quinte della serata.

“L’Amministrazione Comunale ha voluto anche in quest’occasione – ha esordito Kraus - non mancare nel garantire la realizzazione di uno spettacolo aperto al pubblico, che da anni ormai si conferma pienamente gradito non solo da parte dei triestini ma anche dei turisti presenti in città. Un saluto all’anno vecchio e un brindisi a quello Nuovo che risultano – ha osservato Kraus - tanto più apprezzati ed “efficaci” nella perfetta cornice di piazza dell’Unità, una delle più belle piazze sul mare d’Europa, tra l’altro proprio quest’anno - ha ricordato l’Assessore - inserita da “Il Sole 24 Ore” tra le 28 piazze con abete natalizio più belle al mondo!”.
“Uno scenario dunque di grande qualità e una Festa che abbiamo desiderato di analogo livello e che consideriamo possa costituire anche un’ulteriore opportunità di richiamo turistico e di promozione della città. Obiettivi verso i quali tenacemente continuiamo a puntare – ha sottolineato Kraus -, mettendo in campo più iniziative (ad esempio con una più mirata “offerta” museale e culturale), nello sforzo di attrarre non solo i turisti di passaggio ma anche quelli che desiderino trattenersi per più giorni per conoscere e approfondire una città”.
Tornando alla serata del 31, “è possibile prevedere – ha affermato l’Assessore – la presenza di almeno 5.000 persone, cifra che potrebbe anche allargarsi se saremo confortati, come sembra, da buone condizioni meteorologiche”.
“Per garantire a questo grande pubblico un “supporto” musicale non solo indispensabile ma anche di qualità, e nell’intento di dare nel contempo un giusto e maggiore spazio ai talenti musicali territoriali, è stata individuata, tra le varie presentate – ha spiegato Kraus - la proposta artistica di un gruppo triestino, la S.I.P. Band, in grado di meritare davvero la prestigiosa “vetrina” di piazza Unità. Gruppo che verrà intercalato dalla musica dell’altrettanto valido DJ “DDSpeed” (al secolo Daniele Dibiaggio) e “interrotto”, a furor di popolo, alle ore 24, solo dall’immancabile e attesissimo spettacolo pirotecnico che verrà effettuato dal molo Audace (per circa 20 minuti) dalla pluripremiata Pirotecnica Triestina di Gianfranco Bernardi”.

A proposito degli “interventi musicali”, curati dalla “Cinquantacinque cooperativa sociale”, è toccato quindi all’”esperto” Gabriele Centis, direttore della Scuola di musica 55 che ha parlato anche a nome dell’organizzatore dell’intero spettacolo, Fabio Guastini di Giemme Allestimenti, illustrarne caratteristiche e livello.
Dato atto ai diversi uffici del Comune e alla stessa “Giemme Allestimenti” di una grande capacità organizzativa per la messa in opera di una struttura di spettacolo non semplice, in uno scenario comunque ampio e complesso come quello di piazza Unità, Centis ha poi rimarcato le caratteristiche di notevole qualità della S.I.P. Band, “capace di intrattenere e divertire ma coniugando il divertimento con un livello alto di preparazione artistica e tecnica, tale da potersi ben inserire in quella grande tradizione triestina che da sempre, in tempi e con ritmi diversi, è e resta fucina di grandi musicisti.” Di ottimo livello, secondo Centis, anche il DJ “DDSpeed” (nome “di battaglia” di Daniele Dibiaggio) che, come detto, si alternerà agli interventi della S.I.P.
A proposito della quale – e a grande richiesta dei presenti alla conferenza stampa – le stesse “guide” del gruppo, Angelo Chiocca e Fabio (Red) Rosso, hanno “dovuto” precisare di non aver nulla a che vedere con l’antica Società telefonica italiana dei tempi del “gettone”, più semplicemente trattandosi dell’acronimo del triestino “Sempre In Piena”, ovvero sempre attivi, sempre pimpanti, sempre musicalmente lanciati al massimo…
E lo vedremo difatti martedì sera in piazza Unità quando la S.I.P. si esprimerà al meglio del suo repertorio che va dal sound della tradizione della black music e del rhythm&blues ai ritmi soul, funk, rock e disco.
Il programma complessivo – è stato spiegato – si svilupperà dalle ore 22 del 31 all’1.30 del 1 Gennaio secondo la seguente “scaletta”: 22-22.30 avvio con musica DJ, dalle 22.30 alle 0.30 la S.I.P. Band con l’”intermezzo” del Brindisi di Mezzanotte e dei Fuochi artificiali, 0.30–1.30 nuovamente DJ fino alla conclusione.

Ha concluso ancora l’Assessore Kraus ringraziando la Fondazione CRTrieste per l’indispensabile contributo garantito alla manifestazione; ricordando quindi i consueti divieti di transito istituiti per l’occasione sulle Rive (da piazza Tommaseo a via del Mercato Vecchio dalle ore 22 alle 2) e l’ordinanza antivetro per i pubblici esercenti di piazza dell’Unità e delle vie limitrofe, con divieto di somministrazione all’esterno e di vendita per asporto di bevande di qualsiasi tipo se non in contenitori di plastica o materiali diversi dal vetro, dalle ore 21 alle 2, e ricordando ancora la collaborazione dell’AcegasAps per il posizionamento in zona di complessivi 9 wc chimici (8 in piazza Piccola e 1 nell’area di piazza dell’Unità). Non mancando infine di associarsi all’appello rivolto a tutti i cittadini già alla vigilia di Natale dall’Assessore comunale all’Ambiente Laureni e ieri anche dagli Artificieri della Polizia di Stato di Trieste per un contenimento nell’uso dei botti. Anche Kraus ne ha sottolineato la pericolosità invitando gli "affezionati" del genere almeno a usare solo quelli "certificati", fabbricati da esperti riconosciuti e venduti dai negozi a ciò titolati. E scegliendo quelli meno potenti, e di conseguenza meno rumorosi e pericolosi, e prestando in questa circostanza particolare attenzione ai minori e ai bambini.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>