Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > AttualitĂ  > 12 Dicembre 2013

Bookmark and Share

"Lastre dal fronte: fotografare la Grande Guerra". Omaggio a Guido Marzuttini

Marzuttini archivio

Cividale del Friuli (UD) - Imperdibile appuntamento con la Storia sabato 14 dicembre a Cividale, dove le sale di Palazzo de Nordis, oggi sede della Galleria d’arte medievale e moderna, faranno da cornice ad una mostra di eccezionale valore documentario, che ancora una volta accende i riflettori del progetto A.Gi.Mus. “Di sera in Castello” sul prossimo anniversario della Grande Guerra. Saranno esposte infatti in “prima” assoluta” le immagini dal fronte che Guido Marzuttini, figlio del celebrato artista friulano Giovanni Battista “Tita” Marzuttini, riprese sul Carso goriziano negli anni 1915-16, prima di cadere sulla linea della Marna in Francia nel 1918.

Si tratta di un fondo di circa 160 scatti inediti su lastra e su negativo, la gran parte dei quali sarà stampata ed uscirà dall'archivio privato di famiglia per la prima volta in occasione della mostra, realizzata nell’ambito del progetto coordinato dal presidente A.Gi.Mus. Maurizio d’Arcano Grattoni, col patrocinio del Comune e della Provincia di Udine. Nelle immagini riprese da Marzuttini, arruolato nel genio telegrafisti, si ritrova la puntuale documentazione degli interventi operati sul fronte italiano dalla sua unità, insieme a ritratti dei commilitoni, frammenti di vita in trincea, truppe in armi, ma anche la ripresa dei campi di battaglia e dei danni lasciati sul territorio, ai paesi e ai monumenti distrutti dagli scontri.

L’inquadramento storico sarà approfondito nella prolusione curata da Fulvio Salimbeni, docente e storico dell’Università di Udine, presidente del Comitato di Trieste-Gorizia dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano, mentre Gaetano Vinciguerra traccerà un profilo biografico dell’autore. L’appuntamento nella Città Ducale sarà inoltre completato da un concerto celebrativo dedicato agli anniversari di Giovanni Battista “Tita” Marzuttini, del quale ricorrono nel 2013 i 150 anni dalla nascita e i 70 anni dalla morte (1863-1943), ricordando anche il talento dello stesso Guido come promettente violoncellista. I giovani talentuosi musicisti Christian Sebastianutto (violino), Valentina Mosca (viola) e Riccardo Pes (violincello) eseguiranno alcune pagine tratte dall’opera del poliedrico artista friulano, geniale inventore nella meccanica, ma anche compositore, scrittore e maestro nelle arti figurative.

La mostra, realizzata grazie alla particolare sinergia con la Soprintendenza regionale ai beni storici, artistici ed etnoantropologici e col contributo della Regione, resterà aperta fino al 12 gennaio, da giovedì a domenica in orario 10-18, con ingresso libero.

Gli eventi d’inaugurazione a Palazzo de Nordis saranno ad ingresso libero, con inizio alle ore 17.

Per info: tel. 0434 738224 – agimus.ud@gmail.com

Leggi le Ultime Notizie >>>