Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 09 Dicembre 2013

Bookmark and Share

Irse: “Cittadini senza stato. Squilibri economici e tenuta sociale nella Ue allargata”

Costruire cittadinanza europea

Pordenone (PN) - Nel 2013 i livelli di disoccupazione e di povertà in Europa sono cresciuti in misura incontrollabile, con la disoccupazione giovanile che ha toccato quota 23,7% e con 120 milioni di persone sulla soglia di povertà. Sono dati forniti in questi giorni dalla Rete europea contro la povertà Eapn (il più grande network europeo di reti regionali e locali che raggruppano le Ong e i gruppi di base operativi su povertà ed esclusione sociale), che sembrano vanificare l’obiettivo della strategia Europa 2020 di ridurre la povertà di almeno 20 milioni.

Proprio di “Cittadini senza stato: squilibri economici e tenuta sociale nella Ue allargata” si parlerà a Pordenone giovedì 12 dicembre, alle 15.30 nell’Auditorium Lino Zanussi del Centro Culturale Casa Zanussi, in occasione dell'incontro conclusivo del ciclo “Costruire cittadinanza europea”, promosso dall’IRSE – Istituto Regionale di Studi Europei per riflettere sull’Unione europea allargata del nostro tempo. Protagonista della conversazione, condotta dalla presidente IRSE Laura Zuzzi, sarà lo studioso Francesco Premi, laureato in Scienze Politiche, Sales Area Manager UK & Nord Europa per una importante azienda veronese, dopo aver seguito per diversi anni i mercati danubiano-balcanici. Già attivista del Movimento Federalista Europeo, appassionato di storia europea e ricercatore di storia militare (ha collaborato con Stato Maggiore Difesa e ComFOTer Esercito), Francesco Premi è entrato ventiduenne nel mondo del lavoro come giornalista pubblicista.

L’Unione europea è ancora molto lontana dalla realizzazione delle sue promesse sull’Europa sociale, e secondo il rapporto Eapn, elaborato sulle informazioni provenienti dalle organizzazioni nazionali che costituiscono la stessa associazione, l’impatto sociale della crisi è aggravato dalle misure di austerità, con disoccupazione, povertà e disuguaglianze che raggiungono livelli insostenibilmente alti. «Proprio per questo – spiega la presidente dell’Irse Laura Zuzzi – ci è sembrato importante che a condurre i ragionamenti del ciclo di incontri sulla cittadinanza europea fossero studiosi di recente formazione, tutti reduci da esperienze di studio e lavoro in altri Paesi europei, con una visione quindi articolata sugli scenari del nostro tempo».

La partecipazione è gratuita, per l’iscrizione scrivere alla Segreteria Irse (irse@centroculturapordenone.it, tel. 0434 365326).

Gli studenti universitari e delle scuole superiori che desiderano un certificato di frequenza devono richiederlo al momento dell’iscrizione. Il programma è inserito come Progetto Speciale dell’Irse anche all’interno del calendario dell’anno accademico 2013-2014 dell’Università della Terza Età di Pordenone.


Info: IRSE tel 0434 365326-365387 www.centroculturapordenone.it/irse irse@centroculturapordenone.it
facebook centroculturapordenone.it
https://twitter.com/ScopriEuropa

Leggi le Ultime Notizie >>>