Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 28 Novembre 2013

Bookmark and Share

A Villa Manin si ricorda il fotogiornalista italiano Mario Dondero

Robert Capa - la realtà di fronte

Codroipo (UD) - Sabato 30 novembre alle ore 17.00 a Villa Manin, nell'ambito delle iniziative collaterali alla mostra "Robert Capa - la realtà di fronte", Mario Dondero, uno dei più importanti fotogiornalisti italiani, sarà protagonista di un incontro sulla celeberrima fotografia del miliziano colpito a morte, scattata da Capa nel settembre del 1936 all'inizio della Guerra civile spagnola. Ne discuterà con Antonio Giusa, docente di Storia della fotografia all'Università di Udine,

In occasione del centesimo anniversario della nascita del fotografo ungherese, l'International Centre of Photography di New York ha reso pubblica un'intervista del 1947, ma ritrovata solo di recente, in cui Capa parla anche della fotografia in questione e afferma di averla realizzata all'interno di una trincea, con le mani tese in alto a sostenere la macchina fotografica. La fotografia è stata dunque scattata senza che l'autore potesse vedere l'inquadratura, in una situazione di estremo pericolo in cui una ventina di miliziani repubblicani tentavano di neutralizzare una mitragliatrice dei franchisti. Capa, a undici anni da quell'evento, testimonia quindi la casualità della fotografia che lo fece diventare il più famoso fotografo di guerra.

Negli anni successivi alla morte di Capa, avvenuta in Indocina nel 1954, si è da più parti messa in discussione la veridicità di quell'immagine che è comunque diventata l'icona della lotta del popolo spagnolo durante la Guerra civile. C'è infatti chi sostiene che si tratti di una messa in scena.
Mario Dondero, oltre ad essere un noto fotografo, è anche un ricercatore e un cronista. Alcuni anni fa ha realizzato in Spagna un reportage sull'argomento, pubblicato nel 2006 dal settimanale "Diario", in cui va alla ricerca delle tracce di Federico Borrell Garcia, il miliziano fotografato da Capa. Secondo Dondero non si tratta affatto di una messa in scena, in quanto è vero che Borrell è morto a Cerro Muriano, nei pressi di Cordoba, il 5 settembre 1936.

Di questo si parlerà sabato pomeriggio a Villa Manin dove la nota fotografia è visibile nell'ambito della mostra dedicata a Capa, mentre domenica, sempre alle 17.00, sarà proiettato per la prima volta in Italia il film di Jan Arnold "Heros never die" (Gli eroi non muoiono mai, 2004). Il documentario, nella versione originale inglese con sottotitoli in italiano, si incentra anch'esso sulla questione della veridicità della fotografia scattata da Capa in Spagna.

Leggi le Ultime Notizie >>>