Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Arte > 24 Ottobre 2013

Si inaugurano il 7° Salone d’Autunno dell’Arte Triestina e la prima Young Art Selection

Salone d’Autunno dell’Arte Triestina

Trieste (TS) - Sarà inaugurato sabato 26 ottobre, alle ore 18.00, alla Lux Art Gallery di via dei Rittmeyer 7/A a Trieste il 7° Salone d’Autunno dell’Arte Triestina e il giorno dopo – domenica 27 ottobre, alle ore 20.00, alla Sala A. Fittke di Piazza Piccola 3- la parallela Prima Young Art Selection, un duplice evento organizzato dal Centro Iniziative Culturali Z04 in collaborazione con il Comune di Trieste.

“Quest’anno il Salone d’Autunno giunto alla sua settima edizione raddoppia - afferma Franco Rosso, Presidente di Z04 - e alla tradizionale rassegna che rappresenta una “finestra” annuale e aggiornata sulla più qualificata attività dei pittori e degli scultori operanti a Trieste, affianca una seconda esposizione: Young Art Selection. Quest’ultima, ospitata presso la Sala A. Fittke del Comune di Trieste, propone una selezione dei lavori di un gruppo di giovanissimi e giovani artisti triestini. Le opere esposte, i linguaggi espressivi scelti, le tematiche affrontate, confermano - anche attraverso l’apporto giovanile - come gli artisti rimangano precisi interpreti della comunità e come l’arte si muova sempre in parallelo con la Storia e con ciò che avviene intorno a noi, riconoscendo agli operatori culturali una responsabilità che rifugge dalla autoreferenzialità per investirsi di un ruolo sociale che li pone in prima linea per anticipare le evoluzioni in corso nel contesto epocale in cui vivono“.

Nel catalogo, Enzo Santese sottolinea come “Il Salone d’Autunno 2013 si fa in due per fornire al pubblico una comunicazione più precisa e puntuale sullo stato dell’arte in questa zona d’Europa che ha Trieste come suo baricentro ideale. Così su un versante (il nuovo elegante spazio della “Lux Art Gallery”) e sull’altro (l’ormai tradizionale Sala Fittke del Comune) si crea una convergenza interessante tra pubblico e privato in una direzione che sarà sempre più frequentata nei tempi a venire e – auspice l’Associazione Z04 - si crea un sollecitante dibattito a più voci in cui l’osservatore può trovare motivi di sintonia con il proprio pensiero. In tale contesto artisti e operatori dell’arte, abituati a confrontarsi con le tematiche scottanti della contemporaneità (l’ambiente, la crisi, le prospettive di crescita, l’uomo nel suo mondo), innescano una serie di riflessi concettuali, che trovano protagonista lo spazio di vivibilità quotidiana così come ognuno lo avverte nel suo mondo interiore. Il tutto avviene in un territorio compositivo che non tralascia completamente i fondamenti linguistici della rappresentazione mimetica del mondo esterno, ma spesso li trasforma in segni e gesti allusivi che si installano in dimensioni pittoriche o scultoree fuori dai perimetri di immediata riconoscibilità. La polverizzazione degli stili – sganciata quindi da una tendenza omologante del mercato – ha in qualche modo creato una situazione speculare con l’idea del “Palazzo Enciclopedico” che ha caratterizzato la Biennale di Venezia, che volge in queste settimane alla conclusione: un’occasione espositiva con un ruolo di ricognizione trasversale e policentrica che mette in evidenza valori così come emergono dall’analisi delle opere in se stesse, non dalle trovate scenografiche o dalle bizzarrie comportamentali di protagonisti di colpi da teatro più che dalla ricerca specifica nell’ambito della creazione artistico-visuale.

La consuetudine dell’appuntamento (il “Salone d’autunno”) non è di per sé il ripetersi di un rito espositivo sempre uguale a se stesso, ma un’ulteriore occasione di verifica dello stato della ricerca artistica in una zona d’Europa che nella sua storia e nella sua cronaca assembla energie creative provenienti anche da aree limitrofe e più lontane. Il capoluogo regionale si fa così osservatorio privilegiato nel quale si segnalano tensioni creative molteplici in autori che fanno parte della realtà culturale di questa città in maniera diretta o indotta”.


ESPOSITORI del 7° SALONE D’AUTUNNO: Corrado ALZETTA, Giuliana BALBI, Franca BATICH, Gabry BENCI, Ferruccio BERNINI, Patrizia BIGARELLA, Fulvio BONAZZA, Raffaella BUSDON, Giuseppe CALLEA, Vera CECCHI, Ennio CERVI, Claudia CERVO, Enea CHERSICOLA, Piero CONESTABO, Pino CORRADINI, Massimo de ANGELINI, Patrizia DELBELLO, Francesco DEMUNDO, Roberto DUDINE, Annamaria DUCATON, Adriano FABIANI, Aldo FAMA’, Fabio FONDA, Cosimo FUSCO, Ciro GALLO, Sergio GERZEL, Paolo Guglielmo GIORIO, Adriana ITRI, Natasa LJUBOJEV, Rossana LONGO, Franco MANIA’, Renato MANUELLI, Enzo E. MARI, Giuliana MARTINZ, Giulia NOLIANI PACOR, Bruno PALADIN, Claudio PALCIC, Emilja PODJAVORSEK, QING YUE, Claudia RAZA, Loredana RIAVINI, Consuelo RODRIGUEZ, Franco ROSSO, Mirella SCHOTT SBISA’, Tullio SILA, Benito SIMONETTI, Claudio SIVINI, Nelda STRAVISI, Desiderio SVARA, Magda STAREC TAVCAR, Bruno TOMMASINI, Riccardo TRIPODI, VILLIBOSSI, Carmelo VRANICH, Livio ZOPPOLATO, Boris ZULIAN.


ESPOSITORI 1° YOUNG ART SELECTION : Valentina CORETTI, Alice DI ILIO, Andrea GIORGI, Monica KIRCHMAYR, Delphi MORPURGO, Erika MUSMECI, Alan STEFANATO, Giulio TRACOGNA, Paolo URIZZI.


Le esposizioni saranno aperte con il seguente orario: Settimo Salone d’Autunno dell’Arte Triestina Lux Art Gallery, Via dei Rittmeyer 7/A, dal 26 ottobre al 16 novembre, ogni giorno (esclusi mercoledì e domenica) 17.00-20.00; Prima Young Art Selection, Sala A. Fitte, Piazza Piccola 3, dal 27 ottobre al 17 novembre, ogni giorno 10.00-13.00 / 17.00-20.00

Per informazioni: tel. 333.8345924 - info@z04.it.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>