Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > AttualitĂ  > 03 Giugno 2013

Bookmark and Share

Dal 17 giugno al 30 agosto centri estivi per bambini anche nei Civici Musei

Comune di Trieste - logo

Trieste (TS) - Forti delle esperienze maturate attraverso i tanti laboratori artistici svolti negli ultimi anni, i Musei civici di Trieste propongono per quest’estate un’iniziativa educativa di maggiore impegno e durata, invitando i bambini a frequentare dei veri e propri “centri estivi”, articolati in cicli di una settimana, per i quali sono stati preparati programmi particolarmente originali e divertenti che permetteranno di passare qualche settimana di vacanza imparando cose nuove ma anche giocando con la storia e con l’arte.
Due centri estivi per tre musei coinvolti : Museo Revoltella, Museo Sartorio e Museo Teatrale “Schmidl” che organizzerà anche qualche attività presso il Teatro Verdi.

Il centro estivo proposto dal Museo Revoltella si intitola “Campus estivi. Settimane a colori”, e sarà attivo dal 17 giugno al 30 agosto.
Il centro estivo proposto dal Museo Sartorio e dal Museo Teatrale si intitola invece “Estate in museo. In viaggio nel tempo” e durerà dal 17 giugno al 12 luglio.
A condurre l’attività saranno educatrici museali di lunga esperienza, Barbara Coslovich e Serena Paganini al Museo Revoltella, Marta Finzi e Anna Krekic nei musei Sartorio e Schmidl.


---------------


NEL DETTAGLIO:
MUSEO REVOLTELLA

Campus estivi al Museo Revoltella
Settimane “a colori”: corsi di storia dell’arte, laboratori creativi, giochi

Per l’estate 2013 le educatrici museali del Museo Revoltella hanno ideato un campus estivo ispirato all’arte moderna che si svolgerà in sei cicli di una settimana, dal 17 giugno alla fine di agosto.
E’ dedicato ai bambini dai 5 ai 10 anni e sarà un modo piacevole di trascorrere le mattinate estive in un ambiente meraviglioso, a contatto con le opere della galleria d’arte moderna, ma anche respirando il clima dell’Ottocento nelle stanze della residenza storica del Barone Revoltella: uno spazio speciale del museo sarà dedicato ai bambini e attrezzato per le attività manuali, di disegno e di lettura. I partecipanti alle attività avranno la possibilità di imparare la storia dell’arte (naturalmente “a loro misura”), di conoscere la storia del Museo Revoltella, osserveranno vari soggetti nelle opere d’arte a cui ispirarsi per realizzare disegni e lavori creativi ma scopriranno anche come si svolge la vita quotidiana di un museo. Ogni mattina i bambini troveranno ad accoglierli le educatrici museali, che subito dopo li accompagneranno in una visita guidata un po’ speciale nel museo ancora vuoto di visitatori e poi proporranno una mini lezione di storia dell’arte sul tema del giorno; più tardi avranno modo di consumare una merenda offerta dal Museo nella splendida terrazza o negli spazi della caffetteria. La parte pratica prevede un momento di riflessione su quanto appreso e visto nella Galleria e di rielaborazione creativa da parte. La giornata si conclude fornendo ai bambini materiali, kit e tutorial per produrre a casa i loro elaborati artistici.
Ma l’attività non è tutta qui! I partecipanti riceveranno altri materiali per continuare a divertirsi e appassionarsi all’arte a casa .
Su appuntamento, è possibile incontrare le educatrici museali Serena Paganini e Barbara Coslovich per avere informazioni sullo svolgimento delle attività. didattica_revoltella@comune.trieste.it oppure le guide al numero 340-2479963. I genitori potranno seguire le attività che verranno svolte attraverso la documentazione pubblicata all’indirizzo http://didatticarevoltella.blogspot.it/ che è possibile consultare anche per conoscere nei dettagli il programma di attività di ciascuna settimana.
Dove:
Trieste, Museo Revoltella, via Diaz 27, tel. 040-6754350 revoltella@comune.trieste.it
Il Museo Revoltella è un grande museo d’arte moderna costituito da una residenza ottocentesca appartenuta al barone Pasquale Revoltella, uno degli uomini più importanti del XIX secolo a Trieste, e da un edificio ristrutturato negli anni sessanta su progetto di Carlo Scarpa. Ospita una collezione di opere che va dal primo Ottocento alla fine del Novecento, tra cui vi sono autori celebri a livello internazionale (Canova, Fattori, Hayez, von Stuck, Previati, Carrà, Sironi, De Chirico, Fontana, Burri, ecc.). Svolge un’intensa attività di mostre temporanee, conferenze, concerti, servizi didattici, ecc.

Quando
Una settimana (o più) a scelta tra le seguenti:
17-21 giugno/ 24-28 giugno/ 15-19 luglio/22-26 luglio/19-23 agosto/26-30 agosto
L’orario di inizio e fine delle attività è flessibile e viene incontro alle necessità dei genitori
Entrata 8.30-9.00 / Prima uscita 12.30 – seconda uscita 14.30

Chi
Potranno frequentare il campus bambini dai 5 ai 10 anni.

Costi di partecipazione
100 euro a bambino a settimana + 15 euro per l’ingresso settimanale al museo
25 euro per la singola mattinata
La quota comprende i materiali per le creazioni artistiche e la merenda di metà mattina.
Non comprende il pranzo. I bambini che rimarranno fino alle 14.30 potranno consumare in museo il pranzo che avranno portato da casa.
Il pagamento, valido come convalida della prenotazione del posto, andrà effettuato almeno 7 giorni prima dell’inizio del turno scelto.

A cura di
Barbara Coslovich
Laureata in storia dell’arte a Trieste, si è specializzata in arte contemporanea all’Università di Udine. Collabora dal 2000 con il Museo Revoltella, per cui ha svolto incarichi di catalogazione, ricerca, didattica, occupandosi prevalentemente del periodo che va dalla fine dell’Ottocento alla metà del Novecento e partecipando con contributi scientifici alle mostre. Ha allestito la sezione dedicata a Ruggero Rovan. Ha svolto il compito di coordinatrice dell’attività didattica del Museo Revoltella dal 2008 ed è autrice di buona parte dei progetti didattici dell1’istituto.
Serena Paganini
Si occupa di arte triestina fin dalla tesi di laurea dedicata a Dino Predonzani, uno dei maestri del Novecento giuliano. Da allora collabora con il Museo Revoltella in vari settori di attività: la catalogazione, la ricerca e la didattica. Ha progettato e condotto molti laboratori didattici dedicati ai bambini, con iniziative come “Il Revoltella dei bambini” che nelle varie edizioni ha proposto attività per famiglie, letture animate e un allestimento di alcune sale a misura dei più piccoli.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
Per informazioni contattare il Museo Revoltella al numero 040-6754350 o all’indirizzo didattica_revoltella@comune.trieste.it oppure le guide al numero 340-2479963.
Si può prenotare la singola giornata, l’intera settimana o tutte le settimane.

MUSEO SARTORIO E MUSEO TEATRALE SCHMIDL
Estate al Museo… in viaggio nel tempo
Una settimana di storie, suoni e colori per bambini

Un centro estivo molto speciale si apre quest’estate nei Musei Civici di Trieste…
Per la prima volta i bellissimi spazi del Museo Sartorio e del Museo Teatrale ospiteranno i bambini per un’intera settimana all’insegna del divertimento, dell’arte, della storia, del teatro e della musica.
Un sorprendente viaggio nel tempo trasporterà i piccoli partecipanti nella Trieste dell’Ottocento alla scoperta di come si viveva tanti e tanti anni fa… Con giochi e laboratori, e attraverso le ricchissime collezioni dei due musei, si sperimenterà come in quel lontano passato si passava il tempo, come si ascoltava la musica, cosa si mangiava, come si scriveva, come si viaggiava, quali giochi si facevano e molto altro ancora…
Nella casa della ricca famiglia Sartorio tra accoglienti salotti e opere d’arte, sale da ballo e da pranzo, libri polverosi, percorsi segreti, un’incredibile cucina e un fresco e ombroso giardino si scoprirà come si accoglievano gli ospiti, si faceva musica, si parlava d’affari, si davano grandi feste, ci si spostava in carrozza, ci si circondava di cose belle e si immaginavano mondi lontani e sconosciuti.
E come si andava a teatro. Sì, perché la vita teatrale era vivace a Trieste… Al Museo Teatrale si farà conoscenza con i tanti mestieri del teatro, si toccherà con mano il vero laboratorio di un liutaio, si conosceranno tanti strumenti musicali, si resterà affascinati dai costumi e dai gioielli dei cantanti d’opera, si giocherà con i magici teatrini di marionette… Una visita al Teatro Verdi completerà piacevolmente la settimana: partendo dalla platea e dai palchi, fra stucchi dorati e velluti, ci si addentrerà fin dentro la fossa dell’orchestra, i camerini, le sale per le prove, il sottopalco… alla scoperta di un mondo sconosciuto e meraviglioso.
Il centro estivo è curato da Marta Finzi e Anna Krekic.
Dove
Trieste, Museo Sartorio, Museo Teatrale 1“Carlo Schmidl”, Teatro Verdi
Il Museo Sartorio è una dimora storica di epoca neoclassica riccamente arredata e dotata di una splendida collezione di opere d’arte. Si trova in centro città ed è circondata da un grande giardino. Il Museo Teatrale “Carlo Schmidl”, ospitato nell’ottocentesco Palazzo Gopcevich (via Rossini), conserva una straordinaria collezione di documenti sulla vita musicale e teatrale triestina, strumenti musicali provenienti da tutto il mondo, costumi, originali teatrini in miniatura, la bottega del liutaio, ecc.
Il “Verdi”, ospitato in un edificio ispirato alla Scala di Milano, è il più importante teatro cittadino, attivo dal 1801, ed è anche uno dei più importanti d’Italia per la qualità delle sue stagioni liriche e sinfoniche.
Saranno utilizzati spazi interni ed esterni (giardino del Sartorio)
Il luogo d’incontro al mattino (Museo Sartorio o Museo Teatrale) sarà comunicato volta per volta in quanto potrebbe variare a seconda delle condizioni meteorologiche e delle attività previste

Quando
Una settimana (o più) a scelta fra le seguenti:
17-21 giugno / 24-28 giugno / 1-5 luglio / 8-12 luglio
orario 8 - 13/14
Per venire incontro alle esigenze delle famiglie l’orario sarà flessibile e sarà possibile consumare in Museo un pranzo al sacco.

Chi
Il centro estivo è rivolto a bambini che hanno frequentato quest’anno la scuola primaria (6-10 anni)
Il numero minimo di partecipanti richiesto per l’avviamento delle attività è di 10 bambini.

Quota d’iscrizione settimanale
100 euro a bambino + 15 euro per l’ingresso settimanale ai musei
La quota comprende l’assicurazione, tutti i materiali necessari allo svolgimento delle attività e la merenda di metà mattina.
La quota non comprende il pranzo. Chi sceglierà l’orario 8-14, se vorrà consumare il pasto presso il Museo, dovrà pertanto portare da casa un pranzo al sacco.
Il pagamento, valido come convalida della prenotazione del posto, andrà effettuato almeno 7 giorni prima dell’inizio del turno scelto.
La quota, una volta versata, non potrà essere rimborsata se non dietro presentazione di certificato medico.

A cura di
Marta Finzi Diplomata in pianoforte, laureata in lettere, tre figli, da sempre si dedica alla didattica musicale. Dal 1998 è titolare del servizio didattico del Museo Teatrale, col quale ha collaborato anche occupandosi di riordino di materiali, catalogazione, allestimento mostre. Ha partecipato all’allestimento della nuova sede del museo, inaugurata nel 2006.
Anna Krekic Laureata in lettere e specializzata in Storia dell’Arte, si occupa dal 2005 della cura di mostre, eventi e pubblicazioni storico-artistiche, oltre che di catalogazione, conservazione e allestimento di beni culturali. Dal 2008 cura l’attività didattica dei Musei Sartorio, Morpurgo e di Storia Patria.

Informazioni e prenotazioni
tel. 320 0459262 (lun-ven 9-13), attivo da giovedì 16 maggio
email centroestivomusei@gmail.com


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>