Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Film > 28 Maggio 2013

Cinemazero: la programmazione nelle sale dal 30 maggio al 5 giugno

"SLOW FOOD STORY" di Stefano Sardo - locandina

Pordenone (PN) - La programmazione nelle sale di Cinemazero fino al 5 giugno 2013
.

GIOVEDÌ 30 MAGGIO 2013
SalaGrande ore 21.00 SLOW FOOD STORY di Stefano Sardo EVENTO SPECIALE!
SalaPasolini ore 17.30 - 19.30 - 21.30 TUTTI PAZZI PER ROSE di Régis Roinsard
SalaTotò ore 16.15 - 19.00 - 21.45 LA GRANDE BELLEZZA di Paolo Sorrentino

VENERDÌ 31 MAGGIO 2013
SalaGrande ore 19.00 - 21.45 LA GRANDE BELLEZZA di Paolo Sorrentino
SalaPasolini ore 17.30 - 19.30 - 21.30 TUTTI PAZZI PER ROSE di Régis Roinsard
SalaTotò ore 17.00 IL GRANDE GATSBY di Baz Luhrmann
SalaTotò ore 19.45 - 21.10 SLOW FOOD STORY di Stefano Sardo

SABATO 1 GIUGNO 2013
SalaGrande ore 16.15 - 19.00 - 21.45 LA GRANDE BELLEZZA di Paolo Sorrentino
SalaPasolini ore 17.30 - 19.30 - 21.30 TUTTI PAZZI PER ROSE di Régis Roinsard
SalaTotò ore 17.00 IL GRANDE GATSBY di Baz Luhrmann
SalaTotò ore 19.45 - 21.10 SLOW FOOD STORY di Stefano Sardo

DOMENICA 2 GIUGNO 2013
SalaGrande ore 16.15 - 19.00 - 21.45 LA GRANDE BELLEZZA di Paolo Sorrentino
SalaPasolini ore 15.30-17.30-19.30-21.30 TUTTI PAZZI PER ROSE di Régis Roinsard
SalaTotò ore 15.15 - 17.00 - 18.30 SLOW FOOD STORY di Stefano Sardo
SalaTotò ore 20.30 IL GRANDE GATSBY di Baz Luhrmann

LUNEDÌ 3 GIUGNO 2013
SalaGrande ore 20.45 A COLPI DI NOTE (INGRESSO LIBERO)
SalaPasolini ore 17.30 - 19.30 - 21.30 TUTTI PAZZI PER ROSE di Régis Roinsard
SalaTotò ore 16.15 - 19.00 - 21.45 LA GRANDE BELLEZZA di Paolo Sorrentino

MARTEDÌ 4 GIUGNO 2013
SalaGrande ore 19.00 - 21.45 LA GRANDE BELLEZZA di Paolo Sorrentino
SalaPasolini ore 17.30 - 19.30 - 21.30 TUTTI PAZZI PER ROSE di Régis Roinsard
SalaTotò ore 17.00 IL GRANDE GATSBY di Baz Luhrmann
SalaTotò ore 19.45 - 21.10 SLOW FOOD STORY di Stefano Sardo

MERCOLEDÌ 5 GIUGNO 2013
SalaGrande ore 19.00 - 21.45 LA GRANDE BELLEZZA di Paolo Sorrentino
SalaPasolini ore 17.30 - 19.30 - 21.30 TUTTI PAZZI PER ROSE di Régis Roinsard
SalaTotò ore 17.00 - 18.30 SLOW FOOD STORY di Stefano Sardo
SalaTotò ore 20.30 IL GRANDE GATSBY di Baz Luhrmann


------------------


"Slow Food Story" di Stefano Sardo
Proiezione e a seguire degustazione a Cinemazero il 30 maggio alle 21.00: al pubblico verrà offerto un brindisi e un assaggio di prodotti slow, grazie al sostegno e alla partecipazione di Slow Food - Convivium di Pordenone, dell’Associazione Nazionale Le Donne del Vino FVG, di Pordenone With Love, brand della provincia di Pordenone, e con la collaborazione della prosciutteria Dok Dall’Ava dei fratelli Martin.
Un leader maximo, Carlo Petrini detto Carlìn, e il suo progetto visionario che, assumendo varie forme nel corso del tempo, arriva a rivoluzionare davvero il modo di pensare il rapporto con il cibo e con le materie prime. Stefano Sardo racconta la genesi del movimento internazionale Slow Food mescolando storia e mito.
Presentato al Festival di Berlino nella sezione dedicata a pellicole e cibo “Kulinarisches Kino” e distribuito da Tucker Film in collaborazione con la Indigo, Slow Food Story racconta di una rivoluzione lenta come una lumaca, che va avanti da 25 anni senza mai fermarsi, e del suo leader Carlo Petrini, detto Carlìn, padre dell’Associazione Slow Food e di quel grande fenomeno internazionale che è stato ed è Terra Madre. Tutto ha origine a Bra, un paesino di ventisettemila abitanti delle langhe piemontesi, quando, dopo anni d'impegno nel rispetto dei prodotti della terra della sua provincia, nel 1986 Petrini fonda l'associazione gastronomica Arci Gola che coinvolge i vini e i prodotti agroalimentari della zona. Nel 1989 l’evento si ingrandisce e approda a Parigi, dove un gruppo di gastronomi provenienti da tutto il mondo fonda Slow food, un movimento internazionale di resistenza al fast-food. Slow food è la storia di una scommessa culturale, ma anche dei cambiamenti del modo di mangiare avvenuti negli ultimi 60 anni: quelle dinamiche globali dell’agroalimentare che sono tra i temi ambientali più scottanti del nostro tempo.

"Tutti pazzi per Rose" di Régis Roinsard
Francia, fine anni cinquanta. Rose Pamphyle vive in una piccola città di provincia della Normandia. La vita sembra riservarle poche sorprese: un matrimonio già organizzato con il figlio del meccanico, un bravo ragazzo. Una vita da casalinga. Ma il sogno di Rose è di diventare segretaria. Pur nata in provincia, il suo è uno spirito decisamente da donna moderna e emancipata. La sua tenacia, e un talento fuori dal comune nel battere a velocità strepitosa i tasti della macchina da scrivere - la porteranno lontano. Supera i colloqui presso un'agenzia di assicurazioni e diventa la segretaria di Louis Echard, di cui ovviamente si innamorerà follemente. Deliziosa commedia romantica dai colori pastello, che ha tutto il sapore di una madeleine francese mangiata sotto la Tour Eiffel.

"La grande bellezza" di Paolo Sorrentino
Ideato e scritto dallo stesso Sorrentino con Umberto Contarello, il film è ambientato e interamente girato a Roma. Dame dell'alta società, parvenu, politici, criminali d'alto bordo, giornalisti, attori, nobili decaduti, alti prelati, artisti e intellettuali veri o presunti tessono trame di rapporti inconsistenti, fagocitati in una babilonia disperata che si agita nei palazzi antichi, le ville sterminate, le terrazze più belle della città. Ci sono dentro tutti. E non ci fanno una bella figura. Jep Gambardella, 65 anni, scrittore e giornalista, dolente e disincantato, gli occhi perennemente annacquati di gin tonic, assiste a questa sfilata di un'umanità vacua e disfatta, potente e deprimente. Tutta la fatica della vita, travestita da capzioso, distratto divertimento. Un'atonia morale da far venire le vertigini. E lì dietro, Roma, in estate. Bellissima e indifferente. Come una diva morta. Ultimo, attesissimo, lavoro di Sorrentino, è l’unico film italiano della selezione officiale del Festival di Cannes.

"Il Grande Gatsby" di Baz Luhrmann
Il Grande Gatsby aprirà la 66° edizione del Festival di Cannes. Uno dei film più attesi di quest’anno per la storia, la bellezza delle immagini, il cast, il regista, l’accompagnamento di un’incredibile colonna sonorae soprattutto il drammatico affresco che rivela la grande illusione di quello che è stato chiamato: il Sogno Americano. Un giovane aspirante scrittore, Nick Carraway (Maguire), lasciato il Midwest arriva a New York nella primavera del 1922, un’epoca in cui il cosiddetto sogno americano sembra uscito fuori controllo tra ricchezza estrema ed estrema povertà e delinquenza istituzionalizzata. Nick si ritrova vicino di casa di un misterioso milionario viveur a cui piace organizzare feste, Jay Gatsby (Di Caprio) tornato dall'Europa solo per riconquistare il suo perduto amore di gioventù Daisy (Mulligan), che nel frattempo ha sciolto il loro giuramento di eterna fedeltà per sposare un ricco giocatore di football, Tom Buchanan (Joel Edgerton) che la tradisce con un’amante Myrtle Wilson (Isla Fisher). Nick viene catapultato nel lussuoso e ingannevole mondo dei super-ricchi, le loro illusioni, amori e tradimenti, diventando testimone dello sfortunato quanto grande amore di Gatsby.

"A colpi di note"
Le orchestre dei giovani musicisti di "A colpi di note" debutteranno lunedì 3 giugno 2013 alle 20.45 a Cinemazero, tenuti a battesimo per l’occasione da un ospite d’eccezione: il musicista e compositore Remo Anzovino che terrà un’appassionante lezione–concerto.


INFO/FONTE: Cinemazero / Ufficio Stampa

Leggi le Ultime Notizie >>>