Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 16 Maggio 2013

Bookmark and Share

Tavola rotonda "Crescere in tempo di crisi" con i top manager Bravar e Pedone a Villa Manin

Federmanager FVG - logo

Codroipo (UD) - Nessuna ricetta segreta alla base del successo e della crescita anche in tempi di crisi, ma un dosato e sapiente mix di ingredienti composto da formazione continua di personale specializzato e quadri, risposta costante alle specifiche istanze dei clienti, recependole per creare se possibile nuove linee di produzione, ingegnerizzazione e condivisione dei processi partendo dalla propria esperienza sul campo, innovazione e conoscenza intese come beni da cui creare valore, umiltà intellettuale dei collaboratori che devono essere aperti alla formazione e disponibili a lavorare in gruppo e condivisione dei valori fondanti dell'azienda.

E' quanto emerso dall'incontro organizzato dalla Community regionale dei Manager e degli Imprenditori del Friuli Venezia Giulia promossa da Federmanager FVG, FormTeam S.r.l. e CIDA FVG tenutosi mercoledì 15 maggio 2013 a Villa Manin di Passariano (Udine). A parlarne sono stati due relatori di primo piano: Diego Bravar, Presidente di TBS Group S.p.A. di Trieste e Alessandro Pedone, azionista di maggioranza di G.S.A. Soc.Cons.p.A. di Tavagnacco, due società regionali d'eccellenza che operano in contesto internazionale con una presenza in 5 Continenti.

Le parole d’ordine per creare nuovi posti di lavoro per Diego Bravar, Presidente e AD di un'azienda che anche in tempi di crisi continua ad assumere – sono “innovazione, conoscenza e acquisizioni”.

“Non credo ci sia alcun segreto – ha esordito Alessandro Pedone, AD di un'azienda che, anche nel primo trimestre del 2013, dopo un 2012 a + 22%, conferma una crescita del 13 percento -, ma di certo il concetto di team è alla base del nostro successo; non a caso il nostro percorso si identifica con quello della APU GSA, la prima squadra di basket di Udine. Nel basket, come nella vita d'impresa, individualità e talento non sono nulla se non si gioca di squadra”.

“La Community – hanno spiegato Maurizio Bressani (Presidente di Federmanager FVG), Riccardo Romanzin (Vicepresidente di FormTeam S.r.l. e Guerrino Saina (Presidente dell’Unione Regionale CIDA FVG) – si è costituita per favorire lo sviluppo attraverso la riscoperta del valore di comunità con l’obiettivo di fare sistema: un concetto spesso ignorato che dovrebbe essere invece la prima iniziativa da attuare in periodi di congiuntura negativa come questo”.

Al saluto degli organizzatori sono seguiti gli attesi interventi dei due top manager che hanno preso parte alla successiva tavola rotonda, moderata da Daniele Damele, manager, scrittore e giornalista, portando la propria testimonianza diretta intervenendo sul tema “Atteggiamento, Competenze e Risorse per crescere, tutti, in tempi di crisi”.

“L'innovazione continua dei servizi – ha spiegato Bravar - è stata fondamentale per il successo: oggi gestiamo circa 900mila apparecchiature mediche nel mondo, 150.000 sistemi ICT, 40.000 sistemi di teleassistenza e di telemedicina, produciamo oltre 150 soluzioni informatiche integrate per gli ospedali e la Pubblica Amministrazione e contiamo oltre 2mila dipendenti. Altra condizione per la crescita continua è la formazione. Affrontiamo una sfida continua: nella ricerca dell'innovazione di nuovi servizi e prodotti e nella conseguente evoluzione della gestione aziendale. Ispirandoci al mercato americano, alla fine degli anni ‘80 abbiamo trasformato i servizi forniti dai produttori per la gestione e manutenzione delle apparecchiature biomediche costruendo un nuovo modello di business, che include la figura dell'ingegnere clinico e di tecnici specializzati “in loco”, semplificando così anche l'assistenza tecnica (con riduzione di costi e aumento della sicurezza per i pazienti).

“In azienda – ha affermato Pedone - siamo un’ottima squadra (12 quadri, 70 direttivi e oltre 2000 operai) che sa muoversi come un corpo unico, amalgama di professionalità eterogenee che abbiamo saputo combinare in anni di duro lavoro e semina. Ogni collaboratore ha un'importanza strategica fondata su lunghi periodi di formazione e affiancamento che fanno sì che l’ossatura dell'azienda sia molto forte e sempre stimolata alla creazione di nuovi filoni di business e alla sperimentazione di nuovi mercati, mai dimentichi però della old economy e delle linee di servizio classiche da cui traiamo origine. Siamo stati lungimiranti in alcune scelte tattiche commerciali, come spingere nel mercato della sicurezza antincendio con proposte ai clienti oggi divenute obbligatorie. Ma anche nel procedere con una stretta gestione del credito alla clientela già dal 2007, che ci ha portati a un mix medio del pagamento a 120 giorni medi, nonostante il 70% del fatturato sia verso enti pubblici”.

“Abbiamo costituito – ha proseguito Bravar - una filiera che racchiude servizi sulle tecnologie biomediche, informatiche e di telemedicina in cui la crescita deriva da un'offerta integrata dei servizi e della fornitura di prodotti informatici. I nostri tecnici possono contare su un'enorme banca dati delle tecnologie, che, pur essendo installate presso i clienti, viene aggiornata di continuo attraverso il nostro network internazionale. Per i prodotti abbiamo sviluppato una piattaforma tecnologica in open source (phi-Technology) che abilita la progettazione di applicazioni software soprattutto per la sanità direttamente presso il cliente che le utilizza”.

“La pluralità di linee di prodotto offerte – ha aggiunto Pedone - è certamente un vantaggio. Dobbiamo essere sempre un passo avanti: tutti o quasi i nostri servizi sono eseguiti nell’arco delle 24 ore e 365 giorni l’anno e la sede è parte integrante del fare impresa. Abbiamo ripreso un vecchio opificio degli anni ’50 creando 3.000 metri di uffici moderni e dotati di comfort completi di campo da basket esterno e ristorantino. Occupandoci di settori dove tutto è fortemente scadenzato dobbiamo cercare di avere un posto di lavoro dove abbassare lo stress e permettere la migliore espressione delle potenzialità dei collaboratori”.

L'importanza di fare rete è alla base anche della Community regionale dei Manager e degli Imprenditori del Friuli Venezia Giulia nata proprio per riunire più aziende che operano sullo stesso territorio per andare verso il fine comune dell'internazionalizzazione e dello sviluppo verso nuovo mercati sotto la spinta dell’urgenza di unire le persone per rinforzarle nel momento di crisi che stava incalzando l’economia e il mercato. L'iniziativa no profit è giunta con successo al 4° anno di vita, riunendo oggi oltre 300 imprese regionali.

A conclusione, il consueto buffet relazionale presso il “Ristorante del Doge”, occasione per intrattenere relazioni e sviluppare conoscenze e marketing tra i partecipanti alla Community.


INFO:
Federmanager – Via C. Beccaria, 7 – 34133 TRIESTE – Tel. 040371090 – e-mail: adaifvg@tin.it

FormTeam S.r.l. Via Don Minzoni, 1/a - Gradisca d’Isonzo (GO) - Tel. 335 6980581 - www.formteam.it

Leggi le Ultime Notizie >>>