Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 01 Maggio 2013

Bookmark and Share

Incontro-studio in ricordo di Sergio D'Osmo al Museo Teatrale "C.Schmidl"

Sergio D'Osmo

Trieste (TS) - “Dentro la scena. In ricordo di Sergio D’Osmo, a un anno dalla scomparsa” è il titolo dell’incontro-studio che si terrà sabato 4 maggio, al Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl”, a Palazzo Gopcevich, in via Rossini 4, con inizio alle ore 17.30.

Nato da un’idea di Federico Cautero, l’incontro si configura come un omaggio al grande scenografo e uomo di teatro, improvvisamente mancato il 1° maggio 2012, all’età di ottantotto anni.

Dopo la mostra “Il teatro di Dodo”, allestita lo scorso anno a Palazzo Gopcevich e successivamente alla Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Monfalcone, una nuova occasione per ripensare la lezione di un maestro che lasciato un’impronta indelebile nella fisionomia della vita teatrale triestina e non solo, assieme ad alcuni dei suoi più stretti collaboratori e affezionati allievi.

Sergio D’Osmo, nato a Trieste il 30 gennaio 1924, dopo gli studi di architettura a Venezia, nel 1954 fu tra i fondatori del Teatro Stabile Città di Trieste, divenuto poi Stabile del Friuli Venezia Giulia. Da allora, per trentaquattro anni consecutivi, è stato il direttore di quel teatro, ‘centro vitale’ e organizzativo. Nella sua carriera, ha lavorato al Teatro Biondo di Palermo e al Teatro Argentina di Roma, con registi quali Luca Ronconi, Giorgio Strehler, Mario Missiroli e Luigi Squarzina. Direttore degli allestimenti scenici del Teatro dell’Opera di Roma e del Teatro Verdi di Trieste, ha collaborato, fin dalla sua fondazione, con La Contrada-Teatro Stabile d Trieste.

Le diverse sessioni di questo incontro di studio, intrecceranno ricordi personali e una riflessione sulla scenografia, aprendo una finestra sulla storia di quest’arte a Trieste e sulle prospettive per il futuro.


----------------------


PROGRAMMA

ore 17.30- Apertura dei lavori
interventi di
Stefano Bianchi (Conservatore Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl”)
Claudio Orazi (Sovrintendente Fondazione Teatro Lirico “Giuseppe Verdi”)

ore 17.45
In ricordo di Dodo
interventi di
Franco Però (Regista), Stefano Nicolao (Costumista), Pierpaolo Bisleri (Scenografo),
Federico Cautero (Scenografo)

ore 18.30
La scenografia virtuale
Le applicazioni delle tecnologie digitali in teatro, dal 3D alla multiproiezione
multiproiezione a cura di Federico Cautero
interventi di
Giuseppe Emiliani (Regista), Stefano Cantadori (Presidente della Audio Link
s.r.l.), Ivaldo Vernelli (Direttore organizzativo Teatro Stabile di Verona), Stefano
Nicolao (Costumista - Nicolao Atelier, Venezia)
Con la partecipazione di Irene Maiolin (Studentessa del corso di laurea in Scienze
dello spettacolo e della produzione multimediale – Università Ca’ Foscari, Venezia),
Stefano Vidoz (Assistente progetto P.T.A.L) e Fabio Antoci (Assistente Audio
Link s.r.l. progetto P.T.A.L)

ore 21.00
Installazione di scenografia virtuale
a cura di Federico Cautero e Giuseppe Emiliani
con la partecipazione di Maurizio Zacchigna e Massimiliano Forza
e la collaborazione di David Fischer


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>