Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > AttualitĂ  > 29 Aprile 2013

Bookmark and Share

30 aprile e 1° maggio: apertura straordinaria di tutti i Civici Musei Scientifici

CIVICO ACQUARIO MARINO

Trieste (TS) - La Direzione dei Musei Scientifici di Trieste, comunica che martedì 30 aprile e il giovedì 1° Maggio, tutti i Civici Musei Scientifici triestini (Museo Civico di Storia Naturale, Civico Orto Botanico, Civico Museo del Mare e Civico Aquario Marino) osserveranno un'apertura straordinaria, con orario continuato: 10.00 - 18.00.

Il MUSEO CIVICO DI STORIA NATURALE, ancora in corso di allestimento nella nuova sede, è di norma ancora chiuso la domenica e i festivi. Una buona occasione quindi per una visita al principale al più antico Museo Scientifico di Trieste con oltre 2 milioni di reperti, in gran parte provenienti da Adriatico e Carso. Tra i reperti di valore internazionale già esposti, spicca il famoso dinosauro Antonio: noto alla scienza come Tethyshadros insularis, è il più grande e completo dinosauro italiano, ma anche una delle più importanti scoperte paleontologiche in Europa, visto che si tratta di un genere unico tra tutti i dinosauri conosciuti. E' poi possibile vedere direttamente e, in anteprima, gli allestimenti in corso di alcune nuove sezioni, come il teatro degli scheletri, le sala dei giganti di terra e di mare e quella (appena inaugurata) sulle catene alimentari.

Al CIVICO MUSEO DEL MARE tra vascelli e navi da crociera, alcuni reperti storici, come lo “zoppolo Lisa”: uno dei 2 soli esemplari al mondo di antica imbarcazione mediterranea ricavata dallo scavo di un unico tronco. Notevoli le sale degli inventori, con il prototipo di elica navale inventato proprio a Trieste da Joseph Ressel e l’originale tasto wireless di Guglielmo Marconi, primo strumento nella storia dell’umanità a trasmettere informazioni via etere. Copiosa pure l’esposizione di antichi e specifici strumenti di navigazione, per poi passare ai modelli a propulsione meccanica, alla storia triestina del canottaggio olimpico e della vela, sino all’antica sezione di barche e reti da pesca.
Accostando poi l'arte alla scienza da rilevare la mostra dei dipinti dell'artista veneziana Silvana Scarpa, in attesa di passare dal Museo del Mare di Trieste a un'importante esposizione parigina.

Il CIVICO ORTO BOTANICO ospita soprattutto piante importanti e caratteristiche nei rapporti con l’uomo. Sono infatti presenti aiuole di piante aromatiche, medicinali, allucinogene, tintorie, commestibili e tessili. Si distinguono ovviamente in modo particolare i sentieri della flora ornamentale, tra i quali risplendono a primavera le profumate collezioni di viole, peonie e iris da tutto il mondo. Al suo interno anche un originale percorso geo-paleontologico per conoscere le rocce e i fossili del territorio di Trieste.

Il CIVICO ACQUARIO MARINO è dedicato soprattutto alla conoscenza dei pesci e dei crostacei tipici dell’Adriatico nel loro ambiente, ma non manca qualche vasca di barriera corallina. Al piano superiore è invece presente un originale rettilario che ospita anfibi, sauri e soprattutto serpenti, sia locali (sono presenti tutti i serpenti velenosi che si possono incontrare in questa parte d’Europa) che esotici (tra cui un pitone albino di circa 4 metri).


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>