Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 24 Marzo 2013

Bookmark and Share

Ai “Lunedì dello Schmidl” l'incantesimo del Venerdì santo: cent’anni di "Parsifal" a Trieste

Palazzo Gopcevich

Trieste (TS) - È ancora nel nome di Richard Wagner, nella ricorrenza del secondo centenario della nascita, il diciottesimo e ultimo appuntamento con la ‘stagione’ invernale 2012-2013 dei Lunedì dello Schmidl in programma a Trieste lunedì 25 marzo con inizio alle 17.30, alla Sala “Bobi Bazlen” al piano terra di Palazzo Gopcevich (via Rossini 4).
"L’incantesimo del Venerdì santo: cent’anni di Parsifal a Trieste" è il titolo della conversazione con ascolti e proiezioni di cui sarà protagonista Stefano Bianchi, musicologo e conservatore del Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl”.

«"Parsifal" di Wagner. Avvenimento artistico mondiale. Trieste, il nostro Verdi, ebbe la primizia dopo Bologna, Roma e Milano, cioè la quarta città italiana...», così esordiscono le cronache del Teatro Comunale “Giuseppe Verdi” nel gennaio del 1914, in occasione della prima apparizione dell’ultima opera wagneriana, dopo i trent’anni di ‘monopolio’ del Teatro di Bayreuth. A quella trionfale première, diretta da Gino Marinuzzi e destinata a rimanere scolpita con le stimmate dell’evento eccezionale nella storia del teatro triestino e dell’intera città di Trieste, avrebbero fatto seguito gli allestimenti del 1931, del 1937, del 1954, del 1964, del 1975 e del 1989.
La conversazione di Stefano Bianchi illustrerà l’impatto del capolavoro dell’estrema maturità wagneriana sulla città di Trieste, nelle sue diverse “apparizioni”.

Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

Info: www.triestecultura.it


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>