Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 16 Marzo 2013

Bookmark and Share

Solidarietà del sindaco e del Comune di Trieste alla Città della Scienza di Napoli

Roberto Cosolini, sindaco di Trieste (foto Uff. Stampa Comune di Trieste)

Trieste (TS) - Città della Scienza di Napoli, il più importante museo interattivo italiano, è stato distrutto da un incendio di ormai quasi accertata origine dolosa il 4 marzo 2013. Questa grave perdita per la vita culturale della città di Napoli e per l'intero Paese è stata accolta con grande amarezza anche dalla nutrita comunità scientifica di Trieste e dall'Amministrazione Comunale giuliana.

Nell'esprimere sincera solidarietà e vicinanza agli amici partenopei, il Sindaco e l’Amministrazione comunale di Trieste esprimono soddisfazione per l’annunciata prossima riapertura al pubblico, tra meno di un mese, delle attività espositive, seppure in scala ridotta, di Città della Scienza, con la realizzazione di una mostra dedicata ai bambini e quindi al futuro della città.

Un plauso al suo fondatore Vittorio Silvestrini e al suo staff per la determinazione con cui hanno saputo reagire a questa catastrofe, forti della vicinanza della città e della solidarietà della comunità scientifica nazionale e internazionale che si sta mobilitando, e ai cui sforzi non mancherà di partecipare la vivace e prestigiosa comunità scientifica di Trieste - che ha già più volte collaborato fattivamente con la realtà partenopea. Un legame che si fonda sulla comune convinzione di costruire assieme uno sviluppo che nella scienza, nella cultura e nella loro gioiosa divulgazione trovi il motore per un modello culturale, sociale, turistico ed economico alternativo al degrado delle periferie, al lavoro nero e al caporalato tra i siti industriali inquinati e dismessi.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>