Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 15 Marzo 2013

L'OGS Explora si apre al pubblico per un eccezionale “open day”

L'OGS Explora

Trieste (TS) - Si terrà domani sabato 16 marzo e domenica 17 l'eccezionale “open day” dell'OGS Explora, l'unica nave da ricerca con capacità oceaniche di proprietà di un Ente pubblico attualmente esistente in Italia, di nuovo a Trieste dopo 7 anni, che si apre al pubblico per un fine settimana di viste guidate dedicate a tutti coloro che desiderino conoscere l'imbarcazione, le attività scientifiche dell'Ente e i progetti di ricerca realizzati grazie a questo mezzo.

Oltre 300 le persone che si sono prenotate ai recapiti dell'OGS già lunedì scorso, 11 marzo, esaurendo in poche ore tutti i posti a disposizione. Appassionati, curiosi, grandi e bambini verranno accolti dai ricercatori dell'OGS al Molo dei Bersaglieri di Trieste, dove è ormeggiata in questi giorni l'imbarcazione, per visite guidate della durata di 30 minuti ciascuna, riservate a gruppi di 15 persone per volta.

Per chi non fosse riuscito a prenotarsi, c'è ancora una possibilità: sia sabato che domenica, sarà infatti possibile visitare la nave presentandosi direttamente al Molo dei Bersaglieri di Trieste, e accedere alle visite libere fino a esaurimento delle disponibilità. Sabato 2 turni, con partenza alle 17.30 e alle 18 e domenica 3 turni, con inizio alle 17, 17.30 e alle 18. Sempre per 15 persone per turno.

Il percorso prevederà l'entrata sul ponte di coperta e la visita al salone di accoglimento dove i ricercatori si ritrovano, mangiano e discutono. Successivamente i visitatori scenderanno sotto coperta nella sala di controllo, dove si impostano le rotte e si gestiscono gli strumenti per le rilevazioni del fondale e del sottosuolo, per proseguire nel laboratorio biochimico, dove vengono studiate le caratteristiche dei campioni d’acqua prelevati. Infine si salirà sul Ponte di Comando, dove il Comandante gestisce la navigazione in costante contatto con il personale scientifico. La collaborazione tra l’equipaggio marittimo e i ricercatori è infatti un fattore importantissimo per il buon esito delle campagne.

Al termine di questo intenso fine settimana, l'OGS Explora riprenderà le sue attività di ricerca. La prossima missione vedrà la nave impegnata in un rilievo geofisico fra il Golfo di Trieste e Capodistria in collaborazione con l’Università di Lubiana, successivamente si effettueranno studi al largo della foce del PO; da qui si procederà verso il sud Adriatico per effettuare la manutenzione di una stazione oceanografica per poi proseguire con uno studio lungo il tracciato del TAP ovvero il Transadriatic Pipeline, un gasdotto che collega il Mar Caspio con l’Europa.

Leggi le Ultime Notizie >>>