Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 08 Febbraio 2013

Bookmark and Share

Civico Museo di Storia Naturale: presentato il fumetto "La storia di Antonio"

Il dinosauro Antonio

Trieste (TS) - “La storia di Antonio/The story of Antonio” è il titolo dell’innovativo fumetto edito dal Comune di Trieste, che narra la storia del dinosauro Antonio, che è stato presentato oggi al Civico Museo di Storia Naturale di via dei Tominz 4, nell’affollata sala da pubblico e autorità –tra cui il sindaco di Duino Aurisina e l’assessore all’Educazione del Comune di Trieste- che ospita i resti del famoso fossile (il Tethyshadros insularis unico al mondo).

La presentazione del fumetto dedicato ad Antonio – ha sottolineato il direttore dei Civici Musei Scientifici Nicola Bressi – viene celebrata dai Musei Scientifici di Trieste in coincidenza con il Darwin Day, la giornata mondiale di ricorrenza del compleanno di Charles Darwin, (che in realtà ricorre il 12 febbraio, ma che pareva inopportuno non accumularla, quest’anno ai numerosi festeggiamenti del martedì grasso) scopritore dell'evoluzione, in un modo veramente particolare e pensato soprattutto per i più giovani.

Il fumetto, redatto in modo molto originale, in chiave turistica e internazionale, nello stesso volumetto, contiene anche la versione in lingua inglese.

Il dinosauro Antonio, è sicuramente il più grande e completo dinosauro italiano, ma anche una delle più importanti scoperte paleontologiche in Europa e a livello mondiale, visto che si tratta non solo di una specie, ma anche di un genere unico tra tutti i dinosauri conosciuti. Un piccolo libretto dunque, per un grande dinosauro. “Il Tethyshadros Antonio è infatti ormai uno dei simboli per la città di Trieste, per il Comune di Duino-Aurisina e per tutto il territorio del Carso e della Venezia Giulia è stato rimarcato -. “Un valore aggiunto per la Trieste della Scienza, della Storia, della Cultura e del Turismo. Ma anche l’espressione dell’attrattività museale di un territorio unico, poliedrico e ricco di scoperte, com’è il Carso”.
“E’ stata scelto il fumetto perché si voleva dare un’impostazione semplice, chiara e sintetica, in chiave ironica, di lettura immediata, comprensibile a tutti, adulti e bambini”.

La storia si deve alla sceneggiatura originale di Francesco Carbone, ai disegni inediti di Raimondo Pasin e all’ideazione e alla caparbia volontà di educazione e divulgazione del conservatore del Civico Museo di Storia Naturale di Trieste, Deborah Arbulla. Rita Pecorari Novak ne ha curato la traduzione, con la preziosa collaborazione della Soprintendenza Archeologica del Friuli Venezia Giulia e grazie al lavoro del personale interno, degli attenti scopritori e di tutti i preparatori, restauratori, scienziati e museologi che si sono avvicendati e ancora si danno da fare per conservare, studiare, conoscere e valorizzare un personaggio unico al mondo: il Dinosauro Antonio.

Con la pubblicazione di questo fumetto il Comune di Trieste intende: fare didattica e divulgazione scientifica in modo piacevole e accattivante per i più giovani; farlo anche in inglese in modo che il patrimonio scientifico di Trieste diventi noto, come merita, a livello internazionale; aprire la strada ad un diverso modo di intendere i musei scientifici: più moderno, più giocoso, più turistico, più internazionale; usare Antonio come portabandiera della ricchezza e dell'attrattività di un intero sistema museale, di un'intera città, di un intero territorio; il ricavato delle vendite del volumetto (prezzo speciale 8 euro) andrà interamente a finanziare il bilancio della Cultura del Comune (gli autori hanno rinunciato a qualsiasi percentuale sulle vendite).

“La Storia di Antonio” si può acquistare al Museo Civico di Storia Naturale di via dei Tominz 4 (orario: 9 – 14 ogni giorno, esclusi domenica e festivi), ma anche negli altri Musei Scientifici Comunali: Civico Museo del Mare, Civico Orto Botanico e Civico Acquario Marino (che hanno però un differente orario: 9 – 13.30 con esclusione del lunedì e dei festivi).


--------------------


Note sugli autori:

DEBORAH ARBULLA - Conservatrice al Museo Civico di Storia Naturale di Trieste, si occupa principalmente della conservazione, studio, valorizzazione e divulgazione del patrimonio geo-paleontologico conservato al Museo e sul resto del territorio Regionale. Ha una lunga esperienza nel campo della didattica, collabora con l’Università degli Studi di Trieste e con altri istituti di ricerca nazionali. Ha allestito la sala paleontologia del Museo e il percorso Geopaleontologico all’Orto Botanico. Ultimi lavori in stampa: il quaderno didattico del Civico Orto Botanico sul percorso geopaleontologico, l’elaborato sul sito paleontologico del Villaggio del Pescatore da inserire nella Guida alle Escursioni della settimana del Pianeta Terra 2012 e la “guida alle escursioni” del 17 International Symposia on Ostracoda che si terrà a luglio a Trieste.

RAIMONDO PASIN - Veneziano, diplomato all’Accademia delle Belle Arti di Venezia alla scuola di pittura di Emilio Vedova, ha lavorato da pittore scenografo alla Bottega Veneziana e con Art Project per la realizzazione di parchi di divertimento in paesi di tutto il mondo. Nel campo del fumetto e dell’illustrazione, ha partecipato a numerose mostre e ha illustrato, per la casa editrice DoGi di Firenze, parte del volume “La vera storia dei mostri”. A Trieste, dal 2005 insegna Produzione Multimediale e Linguaggio Audiovisivo al corso per Tecnici dell’industria audiovisiva dell’ IPSIA L. Galvani e collabora come docente con l’Accademia di Fumetto. Ha partecipato a molte mostre collettive e personali. In collaborazione con Francesco Carbone e gli studenti del corso audiovisivo, ha partecipato alla realizzazione di video e grafiche per istituzioni come l’Università di Trieste, le Prefetture della regione Friuli Venezia Giulia, l’Ufficio scolastico Regionale, il Museo dell’Antartide, ecc.

FRANCESCO CARBONE - È appena uscito per la casa editrice “et al.” di Milano “I privilegi dell’ignoranza”, operetta narrativa sulla Critica della ragion pura di Immanuel Kant. La casa editrice Eut, dell’Università di Trieste, ha pubblicato nel 2011 il suo saggio “Da Hitler a Casablanca (via Hollywood). Cineasti ebrei in fuga dal nazismo”. Dirige dal 2002 la rivista di letteratura e arte on line “Il compagno segreto” premiata come “Sito Eccellente” dalla giuria dell’Italian Web Award nel 2003. Ha scritto e diretto alcune operette teatrali. Tra queste, una per il Teatro Stabile Politeama Rossetti e due per il Comune di Trieste, una rappresentata anche al Mittelfest. Ha realizzato cortometraggi e spot selezionati e premiati in rassegne nazionali e internazionali, trasmessi da diverse televisioni locali e nazionali. Presenta, per la Provincia e l’Università di Trieste, rassegne cinematografiche dedicate alla Hollywood degli anni d’oro.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>