Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Film > 05 Febbraio 2013

Bookmark and Share

Cinemazero: tutti i film in sala dal 7 al 13 febbraio

"Les Miserables" di Tom Hooper (locandina film)

Pordenone (PN) - La programmazione nelle sale di Cinemazero di Pordenone e al Teatro Zancanaro di Sacile fino al 13 febbraio.

GIOVEDÌ 7 FEBBRAIO 2013
SalaGrande, ore 19.00 - 21.45, LINCOLN di Steven Spielberg
SalaPasolini, ore 17.30 - 19.30, QUARTET di Dustin Hoffman
SalaPasolini, ore 21.30, LA REGOLA DEL SILENZIO di Robert Redford
SalaTotò, ore 18.15 - 21.00, LES MISÉRABLES di Tom Hooper

VENERDÌ 8 FEBBRAIO 2013
SalaGrande, ore 19.00 - 21.45, LINCOLN di Steven Spielberg
SalaPasolini, ore 17.30 - 19.30, QUARTET di Dustin Hoffman
SalaPasolini, ore 21.30, LA REGOLA DEL SILENZIO di Robert Redford
SalaTotò, ore 18.15 - 21.00, LES MISÉRABLES di Tom Hooper
ZANCANARO-SACILE, ore 21.00, CLOUD ATLAS di Tom Tykwer, Andy e Lana Wachowski

SABATO 9 FEBBRAIO 2013
SalaGrande, ore 16.15 - 19.00 - 21.45, LINCOLN di Steven Spielberg
SalaPasolini, ore 15.15, LA REGOLA DEL SILENZIO di Robert Redford
SalaPasolini, ore 17.30 - 19.30 - 21.30, QUARTET di Dustin Hoffman
SalaTotò, ore 15.30 -18.15 - 21.00, LES MISÉRABLES di Tom Hooper

DOMENICA 10 FEBBRAIO 2013
SalaGrande, ore 14.45, ERNEST & CELESTINE di Stephane Aubier, Vincent Patar, Benjamin Renner - cinemazero KIDS
SalaGrande, ore 16.45 - 19.15 - 22.00, LINCOLN di Steven Spielberg
SalaPasolini, ore 15.30 - 17.30 . 19.30, QUARTET di Dustin Hoffman
SalaPasolini, ore 21.30, LA REGOLA DEL SILENZIO di Robert Redford
SalaTotò, ore 15.30 -18.15 - 21.00, LES MISÉRABLES di Tom Hooper
ZANCANARO-SACILE, ore 15.00 - 17.00, ONE LIFE di Micheal Gunton e Martha Holmes
ZANCANARO-SACILE, ore 20.30, CLOUD ATLAS di Tom Tykwer, Andy e Lana Wachowski

LUNEDÌ 11 FEBBRAIO 2013
SalaGrande riposo
SalaPasolini, ore 17.00 - 19.15 - 21.30, LA REGOLA DEL SILENZIO di Robert Redford
SalaTotò, ore 15.30 - 18.15 - 21.00, LES MISÉRABLES di Tom Hooper

MARTEDÌ 12 FEBBRAIO 2013
SalaGrande, ore 19.00 - 21.45, LINCOLN di Steven Spielberg
SalaPasolini, ore 17.00, LA REGOLA DEL SILENZIO di Robert Redford
SalaPasolini, ore 19.30 - 21.30, QUARTET di Dustin Hoffman
SalaTotò, ore 15.30 - 18.15 - 21.00, LES MISÉRABLES di Tom Hooper

MERCOLEDÌ 13 FEBBRAIO 2013
SalaGrande, ore 19.00 - 21.45, LINCOLN di Steven Spielberg
SalaPasolini, ore 17.30 - 19.30, QUARTET di Dustin Hoffman
SalaPasolini, ore 21.30, LA REGOLA DEL SILENZIO di Robert Redford
SalaTotò, ore 15.30 - 18.15 - 21.00, LES MISÉRABLES di Tom Hooper.


------------------


"Les Miserables" di Tom Hooper
Toulon, 1815. Jean Valjean è il prigioniero numero 24601, condannato a diciannove inverni di lavori forzati per aver rubato un pezzo di pane sfamando un nipote affamato. Rilasciato a seguito di un'amnistia prova a ricostruirsi una vita e una dignità nel mondo, nonostante gli avvertimenti e le intimidazioni
di Javert, integerrimo secondino della prigione convinto che un ladro non possa che perseverare nel male. Dopo aver dato voce al re (Il discorso del re), Tom Hooper dà voce ai miserabili di Victor Hugo, affrancandoli col canto dallo stato di minorità in cui versano. Se dal conflitto nasce il dramma de Les Misérables, dal confronto tra Hugh Jackman e Russell Crowe si produce un'epica polarità che si imprime sulla retina, che fa sussultare, trattenere il fiato, richiedendo allo spettatore una partecipazione assoluta e senza condizioni. Tom Hooper da par suo vivifica la storia di Victor Hugo lavorando sulle coordinate espressive dell'inquadratura, arricchendo e complicando una sintassi articolata sul campo e controcampo, come vuole un film quasi totalmente incentrato su due uomini (in)conciliabili che si è guadagnato ben 8 nomi- nation agli Oscar.

"La regola del silenzio" di Robert Redford
Jim Grant è un avvocato vedovo che vive ad Albany (New York) con la figlia. In seguito all'arresto di una componente di un gruppo pacifista radicale attivo negli anni della guerra nel Vietnam rimasta in clandestinità per decenni, un giovane giornalista, Ben Shephard, avvia una serie di indagini. La prima ed eclatante scoperta è legata proprio a Grant. L'avvocato ha un falso nome e ha fatto parte del gruppo. Su di lui pende un'accu- sa di omicidio nel corso di una rapina in banca. Grant è costretto ad affidare la figlia al fratello e a fuggire. L'FBI e Shepard, separa- tamente e con motivazioni diverse, si mettono sulle sue tracce. Sono passati 32 anni dall'esordio alla regia di Redford con Gente comune ma la ricerca della verità (che aveva contraddistinto i per- sonaggi portati sullo schermo come attore) ha preso il via allora e non si è ancora fermata. Ma Redford non si limita a mettere in scena delle persone ma vuole anche 'conoscerle' nel senso più pieno del termine e in questo percorso continua a fare un cinema dal solido impianto narrativo, capace di far coesistere giovani atto- ri con autentici giganti del cinema come Julie Christie o Susan Sarandon. Con la giusta attenzione all'entertainment ma senza mai dimenticare la Storia delle persone e di un'intera nazione.

"Quartet" di Dustin Hoffman
Musica, natura, convivialità, allegria, malinconia. Questo si respira a Beecham House, una splendida casa di riposo per musicisti e cantanti in pensione immersa nella campagna londinese in cui non ci si annoia mai e non c'è mai un attimo di silenzio. Mentre i 'degenti' si preparano per il saggio musicale che ogni anno accompagna i festeggiamenti per l'anniversario della nascita di Giuseppe Verdi, il personale della grande villa di accoglienza per vecchie glorie della musica si prepara ad accogliere una nuova star. Per Cecily, Reggie e Wilfred il gossip tra i corridoi è pane quotidiano ma lo shock per loro sarà grande quando scopriranno che la star in questione non è altri che la diva della lirica Jean, ex-moglie di Reggie nonché pezzo mancante dello storico quartetto allontanatasi dal gruppo per una carriera da solista che saziasse il suo enorme ego. Quale occasione migliore per dimenticare il passato, riunirsi e tornare sul palco per omaggiare il Rigoletto e le opere del grande compositore italiano? Quattro attori a ruota libera, quattro istrioni come l'austera Maggie Smith, la sensibile svampita Pauline Collins, un Billy Connolly in forma smagliante nei panni di un dongiovanni senza freni e un Tom Courtenay misurato e sfinito dalle delusioni d'amore. Quartet è una commedia per gli occhi e per le orecchie, che ha il grande pregio di essere scritta in maniera impeccabile e di riuscire sapientemente a mescolare la lirica di Verdi e Puccini con tematiche importanti come lo scorrere inesorabile del tempo e l'accettazione di se stessi.

"Lincoln" di Steven Spielberg

Siamo in America, nel pieno della Guerra di Secessione che flagella gli Stati Uniti da ben 4 anni e il Presidente, forse il più amato e celebrato di tutti i tempi, è stato appena rieletto. Il suo cruccio più grande allora non era tanto il conflitto interno quanto l’approvazione del tredicesimo emendamento, legge storica grazie alla quale si sarebbe abolita la schiavitù una volta per tutte. Il regista si affida nuovamente alla storia della sua Madre Patria per realizzare un film biografico nel quale ha voluto egli stesso dare prova di sé. Aiutato dalla sua squadra di sempre, Spielberg ha voluto mettere insieme i pezzi di un collage studiato maniacalmente. Superlativi gli interpreti, a partire da Daniel Day-Lewis in grado di calarsi nei panni di una delle sue migliori interpretazioni degli ultimi anni che riesce a rendere un Lincoln stanco e allo stesso tempo pregno del fascino dei grandi personaggi storici. Il ritorno di Steven Spielberg come regista dimostra ancora una volta che anche produzioni mastodontiche possono avere anima. In corsa per 12 statuette è un film impeccabile registicamente, con un cast di stelle perfetto nei rispettivi ruoli, incredibilmente commovente, impregnato di orgoglio a stelle e strisce, ma anche una bellissima e onesta lezione di politica per tutti.



"Erneste & Celestine" di Stephane Aubier, Vincent Patar, Benjamin Renner - CINEMAZERO KIDS
Erneste, un orso che vive ai margini della società facendo il clown , accoglie in casa sua la piccola topolina Celestine: ne nascerà un’amicizia più forte di ogni pregiudizio. Un cartoon delicato, adatto a tutta la famiglia, basato su un’animazione raffinata e al contempo capace di parlare al cuore e alla razionalità di adulti e bambini.

"One Life" di Michael Gunton, Martha Holmes
One life è l'imponente progetto della BBC sulla bellezza della biodiversità del pianeta terra: sei anni di lavorazione, 1500 persone coinvolte nel progetto, 70 telecamere a sorprendere le specie in estinzione, i movimenti di animali rarissimi fra Costa Rica, Brasile, Antartide e altri angoli di paradiso incontaminato dalla presenza dell'uomo. Dall'infinitamente piccolo all'infinitamente grande, un sistema perfetto che si autoregola da solo con una grazia che il mondo umano sembra aver dimenticato.

"Cloud Atlas" di Tom Tywer, Andy e Lana Wachowski
Composto da sei storie legate da un filo immagina- rio e spirituale il gigantesco progetto di Tom Tykwer, a cui si sono uniti in corsa (sia per la scrittura che per la regia) i fratelli Wachowsky, è il film più costoso della storia della Germania. La vera forza del film è nel montaggio, volutamente irregolare, che salta di
storia in storia, con l’idea di riuscire a suggerire grazie alla giustappo- sizione del montaggio, il legame tra diverse epoche, diverse persone o diverse azioni.


INFO/FONTE: Cinemazero / Ufficio Stampa

Leggi le Ultime Notizie >>>