Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 02 Febbraio 2013

Presentato ieri in Municipio lo storico Carnevale di Ptuj

Foto Ufficio Stampa Comune di Trieste

Trieste (TS) - Con la bellezza e storicità dei suoi costumi tradizionali, il Carnevale di Ptuj si è presentato ieri mattina in Municipio e in piazza dell’Unità, per “raccontare” la sua specificità e i suoi “rituali” e per invitare i triestini a venire in quest’antica località della Stiria Slovena a conoscerlo e ammirarlo.

Per illustrare tutte le caratteristiche del "Kurentovanje 2013" (il Carnevale qui prende il nome dalla mitica figura del Kurent, analoga al Krampus austriaco) è stato proprio il Sindaco Štefan Celan – lui stesso un raffinato “cultore della materia” oltre che “senatore onorario” della Federazione Europea delle Città Carnevalesche (FECC) – a guidare fino a casa nostra una folta delegazione di maschere e di personaggi in costume, “capeggiata” dal Principe e dalla Principessa del Carnevale di Ptuj sfarzosamente vestiti.

Accogliendo, nel Salotto Azzurro, tali illustri ospiti, il Sindaco di Trieste - presente anche il Console Generale di Slovenia nella nostra città Rupel – ha voluto sottolineare l’importanza della salvaguardia delle tradizioni locali e, nel contempo, la necessità della collaborazione reciproca, specialmente fra città, regioni e nazioni della stessa area, con l’obiettivo di mettere a frutto nel miglior modo queste significative ricchezze culturali; rimarcando nel contempo come questa possa davvero essere una ghiotta occasione per tutti i triestini per visitare la città più antica e forse più bella della Slovenia.

Dal canto suo, il Sindaco di Ptuj, vivamente ringraziando per l’accoglienza e sottolineando come “il desiderio del bello e del Bene siano da sempre i veri fondamenti del “Kurentovanje”, ha dettagliatamente spiegato come quest’anno siano “tre i principali gruppi di maschere, corrispondenti ai tre livelli di problemi che il Carnevale vuole “segnalare”: 1) il rapporto tra uomo e mondo animale, che va assolutamente salvaguardato e migliorato (rappresentato dalla figura dell’ape e dai gravi rischi che questo prezioso insetto oggi corre per la sua stessa sopravvivenza); 2) il rispetto della Terra Madre e delle Piante, intese come “polmone” vivente, anch’esse così “vicine” ed essenziali per l’uomo, e anch’esse oggi messe dall’uomo in grave difficoltà; 3) gli esseri umani stessi, intesi quali esseri sociali interdipendenti, le loro odierne problematiche “segnate” da un progresso invece troppo spesso individualistico ed egoistico laddove sarebbe indispensabile tornare a concetti di lavoro comune, di unità e comunità, come antidoto alle contrapposizioni.

Insomma, quasi un “Carnevale filosofico”, dove le maschere vogliono rappresentare ed esprimere i problemi dell’uomo, anche i più profondi e interiori, e non solo quindi un carnevale “esteriore” improntato alla mera cronaca. Assieme al divertimento è dunque opportuna anche una simultanea riflessione su noi stessi: questo, in ultima analisi, il “messaggio” del Carnevale di Ptuj, uno dei principali nell'eredità etnologica dell'Europa centrale, che trova nel Kurent il suo principale “personaggio mistico”, il quale, per l’appunto - come ha spiegato lo stesso Sindaco Celan -, è molto più di una maschera carnevalesca, poiché simboleggia la vittoria del bene sul male, della luce sull'oscurità, ripristinando l’equilibrio del rapporto Uomo-Natura e insegnandoci che è più importante dare che avere.

Quest’anno, la 53ª edizione del "Kurentovanje" si svolgerà fra il 3 e il 12 febbraio, e anche stavolta vedrà i kurent affiancati da numerose maschere carnevalesche e rituali da tutto il mondo, consolidando così la propria fama di evento etnologico internazionale, parte inscindibile del calendario carnevalesco europeo, con una partecipazione prevista di 15.000 “maschere” provenienti da 15 Paesi e di 150.000 visitatori. Oltre 100 gli eventi collaterali, tra mostre, seminari e concerti.
L’inaugurazione sarà domenica 3 febbraio con l’EtnoFest e le sue maschere di carnevale autoctone e tipiche, sia della regione di Ptuj che delle località estere. Domenica 10 la grande KarnevalFest, l'evento principale con l’esibizione di migliaia di personaggi in costume. Tra le altre iniziative anche un Convegno internazionale (martedì 5) sulle tradizioni carnevalesche nell’eredità culturale europea.

In chiusura dell’incontro in Salotto Azzurro – e prima di scendere nuovamente in piazza dell’Unità – il Sindaco di Ptuj ha donato al nostro Sindaco un pupazzo di Kurent in scala ridotta “cui rivolgersi – così ha detto il primo cittadino sloveno – nei momenti di difficoltà”.

Ulteriori informazioni sul sito: www.kurentovanje.net.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>