Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Il Rinascimento di Pordenone Con Giorgione, Tiziano, Lotto, Jacopo Bassano e Tintoretto
Pordenone
Dal 25/10/19
al 02/02/20
Mostra Pordenone
PICCOLO TEATRO CITTÀ DI SACILE E UTE DI SACILE E ALTOLIVENZA INSIEME PER L’EVENTO “LEONARDO&FRIENDS"
Palazzo Ragazzoni - Villa Frova
Sacile - Caneva
Dal 17/11/19
al 30/11/19
Leonardo
Concerti Aperitivo: 17 novembre 2019, Gorizia, Trio flauto, viola e violoncello
Palazzo De Grazia
Gorizia
Il 17/12/19
Tommaso Bisiak

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Laguna in Tecja Laguna in tecja 2019
Grado (GO)
Dal 26/10/19
al 15/12/19

 

Notizie > AttualitĂ  > 25 Gennaio 2013

Bookmark and Share

Giorno della Memoria: tutte le iniziative promosse dalla Provincia di Trieste

Giorno della Memoria

Trieste (TS) - Anche quest’anno la Provincia di Trieste organizza una serie di iniziative legate al Giorno della Memoria e finalizzate ad avviare un processo più ampio di promozione e diffusione della storia del ‘900 che ha interessato l’intera area triestina.

Lunedì 28 gennaio, alle 16.30 a Palazzo Galatti, sede dell’Ente (piazza Vittorio Veneto n. 4) il Consiglio provinciale, in occasione del Giorno della Memoria, dedica parte della seduta alla commemorazione delle vittime della Shoa e delle persecuzioni naziste con la lettura da parte dei consiglieri di testimonianze dei sopravvissuti in lingua italiana e slovena, e di poesie e brani di Boris Pahor, Paul Celan, Salvatore Quasimodo, Primo Levi, Nelly Sachs e altri. Quindi, una studentessa della II A del Liceo classico Dante Alighieri, che partecipa al progetto Laboratorio di scrittura giornalistica avviato dalla Provincia di Trieste con il quotidiano locale Il Piccolo, testimonierà, con il proprio racconto, l’esperienza legata al viaggio compiuto recentemente nel campo di concentramento di Auschwitz, in Polonia, e condiviso con un gruppo di ragazzi delle Comunità ebraiche italiane.

Un secondo appuntamento organizzato dalla Provincia di Trieste che va oltre la semplice iniziativa commemorativa ed avvia un percorso condiviso di conoscenza della storia del nostro territorio si svolge sabato 2 febbraio, alle 18, nell’Auditorium del Magazzino delle Idee (corso Cavour-ingresso lato mare). Si tratta di un incontro pubblico, aperto alla cittadinanza, nel quale saranno presentati in anteprima e condivisi i contenuti e le sezioni del Convegno Storia e Memoria, in programma a maggio a Trieste.

Il convegno sulla conoscenza della realtà storica che ha riguardato nel ‘900 il nostro territorio, viene realizzato nell’ambito del progetto Casa della Memoria, coordinato dal Gabinetto della Presidenza della Provincia di Trieste con il supporto di un Comitato scientifico di cui fanno parte Maria Masau Dan in rappresentanza del Comune di Trieste, Giacomo Todeschini per l’Università degli Studi di Trieste, Anna Maria Vinci per l’Istituto regionale per la Storia del Movimento di Liberazione nel Friuli-Venezia Giulia, Marta Verginella per le sezioni locali dell’ANPI-VZPI-Associazione Nazionale Partigiani d’Italia- ANED-Associazione Nazionale Ex Deportati, ANPPIA-Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti e Fabio Forti per l’AVL-Associazione Volontari della Libertà.

L’iniziativa, alla quale ha aderito anche la Comunità Ebraica di Trieste, è strutturata in cinque sessioni di studio: Luoghi, figure e memorie a Trieste: progetti 2012/2013, Memoria e oblio, L’Era del testimone, Violenza e lutto, Musei, memoria e storia.

L’obiettivo è costruire un percorso capace di affrontare il tema storia-memoria in una dimensione complessiva di respiro internazionale, ma che al tempo stesso non trascuri l’ambito regionale grazie anche alla collaborazione dell’Associazione culturale Quarantasettezeroquattro, con cui la Provincia condivide il progetto “Strade della memoria - Archivio della memoria delle aree di confine” che attraverso la produzione e la comunicazione multimediale contribuirà alla valorizzazione della storia e delle memorie di confine attraverso la raccolta dei racconti di vita di chi ha vissuto nel periodo tra l’ascesa del fascismo e gli anni ’60.

Con l’Istituto Regionale per la Storia del Movimento di Liberazione l’amministrazione condivide “Un percorso tra i luoghi della tolleranza e dell'inclusione della Provincia di Trieste: una guida” che porterà appunto alla realizzazione di una guida multimediale consultabile nel corso del Convegno e contenente testi audio e video, complemento dei prodotti già realizzati sulle violenze del ‘900 che vuole mettere in luce altre facce di questo territorio, come la tolleranza e l’inclusione. La Provincia infatti, supporta da tempo la predisposizione e realizzazione di itinerari storici: nel 2006 ha pubblicato il volume “Un percorso tra le violenze del novecento nella provincia di Trieste” e nel 2010 il DVD “Le vie della Memoria”.
Dedicati ai giovani ci saranno poi laboratori che anticiperanno il Convegno, ognuno dei quali organizzato su tre appuntamenti in modo da garantire un’alta partecipazione degli studenti delle scuole superiori.

In maggio, l’appuntamento Storia e memoria sarà inoltre arricchito da un evento espositivo e dalla proiezione di film e documentari incentrati sul tema del testimone e della testimonianza.
Legato infine alla commemorazione del Giorno della Memoria e per diffondere fra gli studenti delle scuole superiori la conoscenza diretta dello sterminio nazista, l’amministrazione provinciale sostiene anche quest’anno il progetto “Treno della memoria” – Viaggio nella memoria d’Europa. L’edizione 2013 prevede dopo una serie di incontri propedeutici, il viaggio in treno con soggiorno in Polonia per la visita dei campi di sterminio il 6 marzo con partenza dalla Risiera di San Sabba. Da Trieste i partecipanti sono 89.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Provincia di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>