Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 06 Gennaio 2013

Il Comune di Trieste tra i premiati per il progetto regionale "Tecnologie per gli ambienti di vita"

Comune di Trieste - logo

Trieste (TS) - Positivo esito della partecipazione del Comune di Trieste al progetto “Tecnologie per gli ambienti di vita”, coordinato dalla Regione FVG (con circa 40 partner a livello regionale), che si è aggiudicato un finanziamento del MIUR (Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca) nell’ambito del bando per lo “Sviluppo e potenziamento di cluster tecnologici nazionali”.

In tal senso va ricordato come nello scorso mese di settembre il Comune aveva deciso di aderire al Protocollo d’intesa per la costituzione di un’aggregazione pubblico-privata per la ricerca e innovazione denominata “FVG as a l@b” avente – nel senso indicato dal bando ministeriale - la specifica finalità di consolidare e sviluppare la collaborazione tra soggetti pubblici e privati operanti nell’ambito delle tecnologie per gli ambienti di vita, attivando diverse forme di dialogo per il trasferimento di conoscenze, esperienze, informazioni sui temi della domotica, dell’”abitare possibile” (“social housing”), del miglioramento dell’accessibilità e della fruibilità di spazi e ambienti da parte delle persone anziane o delle persone con disabilità, del sostegno alla vita indipendente, del contrasto alla disabilità e al rischio di esclusione sociale. E per facilitare quindi la partecipazione a progetti di ricerca, sviluppo e innovazione nel settore, anche interdisciplinari e in ambito internazionale.

Con lo sviluppo del progetto “Presto a casa - modelli innovativi di domicili temporanei dedicati a utenti con disabilità fisiche sub-acute e sensoriali”, inaugurato nel 2009, il Comune di Trieste ha infatti acquisito nel triennio un significativo bagaglio di esperienze sul tema: attraverso una specifica collaborazione tra Comune di Trieste, Regione Friuli Venezia Giulia, ATER Trieste, AREA Science Park e Azienda Ospedaliera Universitaria di Trieste, si sono infatti realizzati due appartamenti “domotici”, che rappresentano una sorta di abitazione-palestra per persone con questo tipo di disabilità. Appartamenti nei quali si possono sperimentare e accrescere le proprie “abilità” grazie al supporto delle più moderne tecnologie, riscoprendo gradualmente la libertà di muoversi in autonomia utilizzando le funzionalità domotiche, nel pieno rispetto della sicurezza sia della persona (grazie a dispositivi anti-intrusione e telesoccorso) che dei locali (mediante allarmi tecnici) e del comfort abitativo (automatismi, clima ecc.).

L’Assessore comunale alle Politiche Sociali ha espresso grande soddisfazione per questo risultato che viene a premiare lo sforzo dell’Ente nel campo dell’innovazione per la domiciliarità assistita. Inoltre, proprio grazie al finanziamento ministeriale, progettualità d’eccellenza come queste potranno venir ulteriormente sviluppate e accresciute, migliorando la qualità della vita delle persone anziane e con disabilità.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>