Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Teatro > 12 Dicembre 2012

Ritmi contaminati e divertimento assicurato nella nuova edizone di “Ballo al Savoy" al Rossetti

di Claudio Bisiani

Andrea Binetti

Trieste (TS) - Torna a Trieste un calssico della piccola lirica mondiale. Martedì 18 dicembre alle ore 20.30, al Politeama Rossetti, nell'ambito delle manifestazioni per il ventennale dell'Associazione Internazionale dell'Operetta FVG, andrà in scena “Ballo al Savoy” per la regia di Andrea Binetti. Lo spettacolo è stato presentato stamattina nella raffinata cornice dell'Excelsior Savoia Palace, alla presenza dei principali attori e musicisti del cast.

«Siamo all'ultimo sforzo, per il nostro sodalizio, di un anno particolarmente difficile e complicato - ha detto Claudio Grizon, presidente dell'Associazione Internazionale dell'Operetta - che vogliamo concludere in bellezza con uno spettacolo tanto caro alla nostra città: “Ballo al Savoy”. Una produzione nuova, “artigianale”, interamente realizzata con artisti triestini e della regione, che si avvale della preziosa collaborazione dell'Hotel Savoia. Un connubio quasi naturale per questa operetta, che intende ricreare l'atmosfera magica di un'epoca in uno degli hotel più noti e prestigiosi di Trieste».

La nuova edizione "triestinizzata" di “Ballo al Savoy” – ispirata al libretto originale di Alfred Grunwald e Fritz Lohner-Beda su musiche di Paul Abraham – è stata quindi illustrata da Maurizio Soldà, a cui si deve l'adattamento del testo. Una trama semplice e divertente, con il ben collaudato triangolo “lui, lei e il tradimento”, ambientata nella Trieste durante il periodo fascista, nel quale i nomi venivano "depurati" perché «l'ha voluto il cavalier Starace!».

Il regista-attore Andrea Binetti ha poi messo in evidenza la particolare struttura dello spettacolo, caratterizzato da una linea melodica innovativa e “contaminata”, che mescola diversi generi musicali: dal romantico valzer della tradizione viennese ai ritmi sincopati del jazz d'oltreoceano, fino alle ipnotiche sonorità mediorientali di matrice turca.
«Si racconta in pratica la storia di un grande ballo all'Hotel Savoia - ha spiegato Binetti - in cui vengono rappresentate varie forme di spettacolo. Un'operetta allegra e divertente, costruita su un'alternanza di quadri musicali, alcuni più intensi, moderni e ritmati, altri più delicati, antichi e romantici, con un'ottantina di artisti in scena, fra attori, musicisti e ballerini».

Il cast, come si diceva, è tutto locale e vede protagonista lo stesso Andrea Binetti accanto a Maurizio Soldà, Marzia Postogna, Maria Giovanna Michelini, Gabriella Thierry, Mathia Neglia e Julian Sgherla ai quali si aggiunge – per la sola edizione triestina – la presenza del giornalista televisivo Umberto Bosazzi nel ruolo dell'annunciatore. In scena anche una band “swing-jazz” dal vivo di cinque elementi formata da Maurizio Baldin e Carlo Corazza (pianoforte), Antonio Kozina (violino), Giovanni Vello (tromba) e Lorenzo Fonda (batteria). E ancora la Corale polifonica di Montereale Valcellina, diretta dallo stesso Baldin, e il corpo di ballo di Artinscena con le coreografie di Maria Bruna Raimondi. Costumi, trucco e parrucco di Michela Pertot, mentre la direzione alla produzione è di Rossana Poletti.

“Ballo al Savoy”, di cui ricorre quest'anno l'ottantesimo anniversario del debutto (il 23 dicembre 1932 a Berlino), è un evento prodotto dall'Associazione Internazionale dell'Operetta FVG e si avvale del sostegno di Regione FVG, Regione-Turismo, Fondazione CrTrieste e della collaborazione del Politeama Rossetti, dell'Associazione Centro In Via, dell'Associazione musicale Aurora Ensemble, dell'Hotel Savoia Excelsior Palace e di Effe Emme Spettacoli.

Un particolare ringraziamento è stato infine rivolto dagli organizzatori a Turismo FVG, che ha finanziato un prodotto culturale che potrà svilupparsi anche nel 2013 a favore dei molti turisti, in particolare austriaci e tedeschi, che visitano le tante località di villeggiatura della nostra regione.
«Un modo per soddisfare le numerose richieste provenienti da Austria e Germania - ha ribadito infatti l'assessore regionale al Turismo Federica Seganti, presente all'incontro - di abbinare ad un viaggio in Friuli Venezia Giulia anche la partecipazione a concerti, eventi e spettacoli teatrali che rappresentano un ottimo biglietto da visita per tutto il nostro territorio».

I prezzi dei biglietti per assistere allo spettacolo vanno dai 20 euro (platea A-B), ai 15 euro (platea C) e 10 euro (galleria). Ridotti per gli abbonati del Rossetti: 15, 10 e 8 euro. Gallerie a 5 euro per gli associati Cral.
Ulteriori informazioni sul sito www.triesteoperetta.it o telefonando allo 040-364200.

Leggi le Ultime Notizie >>>