Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Arte > 07 Dicembre 2012

Inaugurata in Galleria Fenice la mostra multimediale “Nello Scrigno della Storia”

Nello scrigno della storia - XIII Casade

Trieste (TS) - La Libreria Internazionale “Italo Svevo” di Galleria Fenice a Trieste ospita dal 5 al 15 dicembre la mostra “Nello Scrigno della Storia”, Perle di civiltà tergestina nell’Età di Mezzo. L'evento - inserito nell'ambito delle ricorrenze per il tredicesimo anno di attività dell'Associazione Tredici Casade - nel suo percorso multimediale abbraccia momenti salienti della storia triestina nel secondo millennio, con particolare riguardo al Trecento e al Settecento: due secoli che hanno visto delle svolte epocali nella vita della nostra città, e viene realizzato con il contributo della Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e in collaborazione con il Comitato Promotore della Cultura Giuliana, l'Associazione El Campanon e la Compagnia de Tergeste.

La mostra è stata inaugurata alla presenza del Presidente dell'Associazione Tredici Casade, Antonio Vidiz e dei curatori della mostra, Edda Vidiz e Renzo Arcon. La cerimonia è stata allietata dall'esibizione del Coro dei Cantori delle Tredici Casade diretto dal Maestro Pino Botta e composto per l'occasione da Elisabetta Richter e Fulvio Trapani.

Il Presidente Antonio Vidiz ha ricordato le principali tappe di tredici anni di attività dell'Associazione Tredici Casade e i numerosi successi ottenuti in Italia e all'estero, tra cui spicca la sfilata storica a Venezia del 2007, scanditi dal costante entusiasmo e dall'impegno degli associati “impegno che continueremo a profondere con immutata determinazione e passione nonostante le difficoltà economiche dovute ai tagli legati alla recessione” e ha voluto ringraziare il Presidente della Commissione Cultura della Regione, Piero Camber “per averci sempre seguito con viva simpatia”, l'ex Presidente della Camera di Commercio di Trieste, Adalberto Donaggio “il primo paladino dell'Associazione fin dall'anno della sua fondazione", i signori Zorzon “che ci hanno ospitato nella loro storica Libreria”, i curatori della mostra, Edda Vidiz e Renzo Arcon, l'allestitore della rassegna espositiva, Pino Callea “per il valido aiuto”, gli assistenti storici della mostra Andrea Janesh ed Ernesto Giurgevich “che saranno sempre presenti per illustrare ai visitatori il suo contenuto”, il Maestro Umberto Lupi “per l'assistenza alla parte musicale del Palcoscenico Triestino”, e tutti i soci delle Tredici Casade “che collaborano instancabilmente a farci ricordare che Trieste ha una storia antica da non dimenticare”.

“La mostra - ha detto Renzo Arcon – vuol essere un omaggio alla nostra città che troppo spesso dimentica il suo passato remoto e uno strumento per riempire il vuoto storico tra una città saldamente in piedi sul crostello sul quale i Romani edificarono i loro templi e il Settecento. E' infatti nel XVIII secolo che Trieste si sviluppa diventando la città che oggi conosciamo, ma quel vuoto centrale dimenticato rappresenta invece la radice della città moderna, ed è proprio in quel periodo, il Medioevo, che si forma una coscienza di questa città. Ed è a quella che rendiamo omaggio facendo vedere la parte più spettacolare, rappresentata dagli armati e soprattutto da una serie di foto delle illustrazioni degli statuti del 1300: un documento eccezionale perché contenente dei ritratti dei tergestini di allora che, con la coscienza di sé, della loro città e del loro Libero Comune, sembrano dirci con l'orgoglio: “Sumus Tergestini”.

“La rassegna espositiva – ha ricordato Edda Vidiz - è stata formulata in modo da assicurare una particolare interazione con il pubblico tramite iniziative collaterali presso la Sala conferenza della Libreria, condensate nel ricco cartellone intitolato “Palcoscenico Triestino. Incontro sulla storia nel corso dei secoli”, già oggetto di pubblicazioni librarie a cura del Comitato Promotore della Cultura Giuliana all'interno della collana “Palcoscenico triestino” per i tipi della Luglio Editore.

La mostra si concentra su alcune date fondamentali per la storia locale: il 1202, anno del Passaggio della Crociata cappeggiata dal Doge Enrico Dandolo e dell'atto di sottomissione alla Serenissima; il 1246, anno della fondazione della Confraternita dei Nobili ossia delle Tredici Casade, classe oligarchica preminente nel governo della città; il 1313, anno dello sterminio della Casata dei Ranfi. Viene analizzato anche il periodo 1369-1380 relativo all'assedio dei veneziani e loro successiva cacciata e gli accadimenti dell'anno 1382, legato alla dedizione di Trieste al Duca Leopoldo d’Austria.
Gli eventi serali, in programma alle ore 18, proseguiranno sabato 8 dicembre con “La Grande svolta: della dedizione di Trieste al Duca Leopoldo d'Austria” presentata da Renzo Arcon con il corredo di videoproiezioni e del relativo filmato storico in costume girato al Castello di Duino con la regia di Edda Vidiz.

La serata di mercoledì 12 dicembre sarà incentrata, da parte del relatore Roberto Todero, sul tema Riflessioni su Trieste e la Grande guerra. Proseguirà con alcuni passi sul palcoscenico dell'Eden Tabarin con videoproiezioni e la partecipazione di alcuni artisti del cast dell'omonima operetta.
Giovedì 13 dicembre Sergio degli Ivanissevich ricorderà “Massimiliano il Principe di Miramare” con videoproiezioni, filmato promozionale e l'esibizione di alcuni artisti del cast dell'omonimo musical con libretto di Edda Vidiz e musiche di Umberto Lupi.
La manifestazione si concluderà sabato 15 dicembre con Cronache triestine del primo '900 con la giornalista Viviana Facchinetti che condurrà i presenti per le contrade triesNello scrigno della storia - XIII Casadetine a constatare Che bel che xe l'amor! con l'ausilio di videoproiezioni ed esibizione di vari artisti dell'operetta dialettale scritta da Edda Vidiz per le musiche di Umberto Lupi.

La mostra sarà visitabile ogni giorno (domenica esclusa) nell'orario di apertura della libreria (10-13 e 15.30 -19.30) con ingresso libero.



Leggi le Ultime Notizie >>>