Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 16 Novembre 2012

Bookmark and Share

Protocollo d'intesa tra Area Educazione e Arpa/LaRea per le scuole triestine

Un momento dell'incontro (foto Ufficio Stampa Comune di Trieste)

Trieste (TS) - Oggi in Municipio è stato presentato l’avvio di una collaborazione, mediante protocollo d’intesa quadriennale, tra Comune di Trieste – Area Educazione, Università e Ricerca e Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente del Friuli Venezia Giulia/ARPA, LaRea-Laboratorio Regionale di Educazione Ambientale, per realizzare progetti di sostenibilità ambientale nelle scuole di Trieste. Presenti l’assessore all’Educazione, Università e Ricerca Antonella Grim con il direttore di Area Enrico Conte e i funzionari Donatella Rocco e Patrizia Sepich, nonché per l’Arpa/LaRea il direttore Sergio Sichenze con il responsabile di informatica e multimedia Paolo Fedrigo e per l’ACCRI Gianluca Lemma.

Un rapporto di collaborazione che prenderà il via proprio con la Settimana dell’UNESCO per l’Educazione allo Sviluppo Sostenibile (19 – 25 novembre 2012), che quest’anno ha come tema “Madre terra: Alimentazione, Agricoltura ed Ecosistema”.

“Da quest’anno con questa convenzione qiadriennale – ha detto l’assessore – si concretizza la volontà dell’Amministrazione comunale a sostenere le politiche ambientali, in accordo con l’assessore comunale all’Ambiente Laureni, attraverso il contatto con i giovani e i docenti. Già nell’anno scolastico in corso, nelle scuole e nei servizi educativi del Comune di Trieste, dai nidi alle scuole secondarie di primo e secondo grado, partiranno dei corsi formativo-educativi sull’importanza di comportamenti eco-sostenibili. In questo momento di crisi, è più che mai necessario ‘fare sistema’ tra enti offrendo delle nuove opportunità. E LaRea, il laboratorio per l’educazione ambientale dell’Arpa FVG è una struttura molto attiva sul territorio grazie alle dieci persone che vi operano a favore della sostenibilità”. In quest’ottica, nel corso della settimana Unesco, è in programma uno spettacolo teatrale per le scuole primarie e le prime e seconde classi delle secondarie di primo grado, dal titolo “L’acqua invisibile”, martedì 20 novembre, alle 10.30, al Teatro Miela, che “sarà anche il tema della prossima edizione di NEXT – ci tiene a sottolineare l’assessore Grim - e su cui vogliamo rendere i ragazzi più consapevoli”.

La rappresentazione, nata dal progetto “Acqua in bocca!”, unisce il teatro all’educazione all’ambiente e allo sviluppo sotenibile, ed è frutto della collaborazione tra LaRea/Arpa e la Piccionaia-I Carrara Teatro Stabile di Innovazione di Vicenza, con il supporto finanziario della Regione FVG. Testo di Carlo Prsotto e Paola Rossi, regia di Carlo Presotto, con Giorgia Antonelli e Carlo Presotto. Scenografia Mauro Zocchetta.Realizzazione Tecnica Luciano Lora.

Nell’ambito della collaborazione avviata, è stato detto - lunedì 19 novembre, alle ore 17.00, nella Sala del MIB, Largo caduti di Nassirya 1 (Ferdinandeo)
si parlerà di “land grabbing”, ossia l’accaparramento di terre per la produzione di biocarburanti o di alimenti destinati a persone di altri continenti.

La cooperazione dentro la crisi e dentro i luoghi reali, dai disastri della finanza internazionale alle prospettive di una nuova microeconomia solidale.
Relatori il giornalista e scrittore Stefano Liberti, la geografa Daria Quatrida e l'africanista Federico Battera; moderatore il sociologo Edgar J. Serrano.
A cura di Accri e Comune di Trieste, Area Educazione Università e Ricerca,  e realizzata per la settimana Unesco per l'educazione allo sviluppo sostenibile.

“Sono sette anni che l’Agenzia regionale Arpa collabora a numerose iniziative - ha spiegato il direttore Sichenze - tra cui Cappella Underground e Mediateche FVG, solo per la settimana dell’Unesco se ne contano settanta. Ma stiamo lavorando con l’Istituto Max Fabiani a un altro progetto per cui realizzeremo un video-documento con tutta l’attività della scuola. Questa convenzione con l’Amministrazione comunale è un passo importante che ci consentirà di affrontare le tematiche ambientali legate alla Green economy o al tema dei rifiuti soprattutto rapportandosi con strumenti idonei con le fasce d’età più giovani e con gli adolescenti, anche mediante gli esperti di comunicazione scientifica di realtà importanti come la Sissa”.

“Un accordo che darà spazio alla sperimentazione nella già ampia offerta di attività dei servizi educativi dell’Area Educazione – hanno concordato Conte e Rocco – lavorando insieme con nuovi paradigmi e producendo nuovi progetti in un periodo di transizione, per sedimentare valori e modificare comportamenti e abitudini”.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>