Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > AttualitĂ  > 09 Novembre 2012

Bookmark and Share

Presentata in Provincia la pubblicazione "Petrarca 1912-2012"

Centenario Liceo Petrarca di Trieste

Trieste (TS) - La Presidente della Provincia di Trieste, Maria Teresa Bassa Poropat, insieme alla Dirigente Scolastica del Liceo Petrarca, Donatella Bigotti, e alla Presidente dell'Associazione Liceo - Ginnasio “F. Petrarca”, Marina Mai, ha presentato oggi a Palazzo Galatti, “Petrarca 1912-2012: un liceo classico nella storia di Trieste” pubblicazione storica edita in occasione del centenario del Liceo e coordinata dall’Associazione con la collaborazione del Comitato scientifico composto dai professori Cristina Benussi, Raoul Pupo, Edino Valcovich. Gli autori dei testi sono Paola Sodomaco, Giacomo calandra di Roccolino, Adriano Andri, Marina Mai e Cristina Benussi. La veste grafica è stata curata dallo Studio Tassinari e Vetta.

“L’Associazione Petrarca si è rivolta alla Provincia di Trieste all’inizio del 2012 – ha spiegato Maria Teresa Bassa Poropat - quando, superata la fase della progettazione dei tanti avvenimenti legati alle celebrazioni del centenario del liceo, era necessario trovare il modo per dare piena attuazione a quanto programmato. L’ampiezza della proposta, la sua varietà, l’importanza data al coinvolgimento degli studenti, sono stati elementi che subito ci hanno portato ad assicurare un appoggio alla ricorrenza, tanto più che la Provincia annovera tra la sue competenze principali la promozione del diritto allo studio relativamente all’istruzione secondaria di secondo grado”.

La collaborazione con l’Associazione, che coordina il calendario di attività, è iniziata da subito con il supporto assicurato sia per la messa in scena, presso il Teatrino Franco e Franca Basaglia, dello spettacolo “Girotondo” di Arthur Schnitzler, sia per la realizzazione di questo volume storico.

“Petrarca 1912-2012: un liceo classico nella storia di Trieste – ha detto ancora Bassa Poropat - è una pubblicazione importante che vede il contributo di diversi studiosi coordinati da un comitato scientifico, cui va il mio ringraziamento, composto dai professori Cristina Benussi, Raoul Pupo, Edino Valcovich. Ne risulta una ricerca puntuale, stimolante e coinvolgente. Si sfogliano, infatti, con interesse immediato le fitte pagine in cui s’intrecciano trame più ampie e articolate delle sole vicende di una scuola, il “Petrarca”, potendo intravvedersi tra i tanti particolari i segnali complessivi del mutare della città nello scorrere di cent’anni”.
Il volume offre un’interessante lettura del Novecento a Trieste toccando inevitabilmente tanti e diversi temi: l’Austria, l’irredentismo, gli anni delle due guerre mondiali, il fascismo e la riforma Gentile, il Governo Militare Alleato e le tensioni del difficile dopoguerra, l’affermarsi delle rappresentanze studentesche, le agitazioni del’68, la stagione delle occupazioni, il celere mutarsi dei percorsi didattici e l’avvento delle sezioni “sperimentali”, fino al quadro dei giorni nostri.

“I contenuti specifici – ha detto Bassa Poropat - si muovono nel più ampio contesto dei mutamenti, anche sociali, dell’intera comunità e che trovano per palcoscenico le diversi sedi del Liceo, quella originaria di via Veronese, il successivo edificio ottocentesco di Viale XX Settembre, sino al moderno complesso di via Rossetti. Ed è qui, in questi spazi, che gli eventi generali si fanno casi particolari, che la storia della scuola diviene racconto dei singoli, dell’esperienza dei tanti insegnanti e degli studenti, di quei giovani che al “Petrarca” hanno colto e maturato le inclinazioni poi coltivate nella vita toccando settori diversi del sapere, dalla scienza, alle lettere, al teatro, al cinema, allo sport e molto altro ancora”.
La presentazione della pubblicazione storica è stata inoltre l’occasione per ricordare che la Provincia di Trieste, proprio in relazione al Centenario ha provveduto al ripristino del mobilio dell’Aula Magna dell’Istituto. “L’aula è stata riallestita completamente – ha detto Mariella De Francesco, assessore provinciale all’edilizia scolastica – sono state ripristinate le 96 sedie, posto un nuovo tavolo conferenze e forniti armadietti e tendaggi per un costo complessivo di 31mila euro”.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Provincia di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>