Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 30 Ottobre 2012

Bookmark and Share

Il vicesindaco Martini ha presentato nella sala stampa del Comune il progetto "WMWB"

Un momento della presentazione con il vicesindaco Martini (foto: Ufficio Stampa Comune di Trieste)

Trieste (TS) - “WMWB: Woman Manager Web Booking” è un progetto del tutto innovativo a favore delle donne, per ampliare i percorsi di carriera e incrementare la formazione, qualificazione e riqualificazione professionale al femminile promosso dal Comune di Trieste nell’ambito delle Pari Opportunità-Turismo e realizzato dall’associazione culturale per il Turismo Sociale “Trieste al Centro”, su finanziamento della Regione Friuli Venezia Giulia.
A presentare il progetto stamane in Municipio, il Vicesindaco e assessore comunale alle Pari Opportunità Fabiana Martini, che ha accolto i giornalisti -assieme alla responsabile per l’attuazione del progetto per “Trieste al Centro” Giorgia Tamburini e la coautrice Ilaria Santoro - nella sala che l’Amministrazione comunale ha voluto intitolare, il 27 aprile scorso, proprio a una donna, la giornalista “Anna Politkovskaja”, simbolo della libertà d’informazione e della difesa dei diritti umani. “L’iniziativa vuole essere un segno tangibile dell’attenzione di questa Amministrazione comunale nei confronti delle donne, come del resto ha dimostrato fin dall’inizio di mandato con la scelta di una forte componente femminile nella formazione di Giunta – ha sottolineato il Vicesindaco Fabiana Martini –e illustrarla qui oggi, nella Sala dedicata a una donna, assume un rilevante significato. Purtroppo sappiamo che le donne continuano a trovarsi in situazioni di svantaggio e spesso, pur essendo molto efficienti e anche più brave nei ruoli lavorativi, sono ancora penalizzate nel raggiungimento di posizioni lavorative di alto livello occupate tuttora e perlopiù da uomini. Per questi motivi l’ente locale è teso ad espandere i percorsi di lavoro e di riqualificazione professionale e a promuovere azioni positive fornendo nuovi strumenti di lavoro per la crescita della presenza femminile nei vari settori”.
Il progetto – è stato spiegato - è indirizzato a 15 donne con tre tipologie di profili: dipendenti già inserite nel mondo lavorativo della ricettività alberghiera che vogliono accrescere la propria professionalità e posizione lavorativa nel contesto aziendale; imprenditrici nel settore della ricettività turistica, anche con esprienze di micro-imprenditorialità, come gestione di affittacamere e bed&breakfast; studentesse, disoccupate o casalinghe che vogliono affrontare un percorso di imprenditorialità nel settore delle ricettività turistiche.
Il percorso del progetto prevede un corso di formazione che si avvierà nel gennaio 2013 e durerà un anno, tenuto da esperti del settore alberghiero ed informatico, cui le donne interessate e con i requisiti previsti potranno segnalare la loro adesione, entro il 18 novembre, all’indirizzo email: wmwb@libero.it , scrivendo le proprie generalità e il tipo di occupazione attuale. Se le domande supereranno il numero prefissato, saranno effettuati dei colloqui di selezione. La partecipazione è del tutto gratuita, il materiale didattico e i supporti tecnologici per lo sviluppo progettuale personalizzato, tra cui un tablet, saranno forniti gratuitamente nell’ambito delle attività e faranno parte del patrimonio di competenze/esperienze delle partecipanti al progetto. La sede di riferimento è l’associazione culturale per il Turismo Sociale “Trieste al Centro”, piazzetta San Silvestro 4-Trieste.
A Trieste, dove il settore turistico è sempre più importante, molte donne sono impiegate nel settore alberghiero in strutture di piccola o media grandezza, o vorrebbero entrarvi a far parte come imprenditrici - è stato spiegato - . E negli ultimi anni si è assistito allo sviluppo dell’offerta in particolare con il ‘booking on line’ che ha raggiunto oltre il 50% del volume d’affari, dato che garantisce maggiore trasparenza nei prezzi. Errori sistematici a volte influenzano le scelte che deve fare chi opera nelle strutture ricettive. Conoscere il sistema statistico in modo dinamico permette di muoversi agevolmente evitando di sbagliare: quali sono i margini di miglioramento, ad esempio in un albergo di 50 camere da 75 euro a stanza mediamente, e come aumentare il fatturato e diventare più competitivi? Sono alcune degli argomenti che saranno affrontati nel corso di formazione fornendo spiegazioni e nuove risposte alle donne su questo settore.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>