Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > AttualitĂ  > 22 Settembre 2012

Bookmark and Share

"Scrivere di Cinema": i nomi dei vincitori e i commenti degli ospiti pemiati a Cinemazero

Scrivere di Cinema – Premio Alberto Farassino

Pordenone (PN) - Si sono svolte oggi alle 10.30 a Cinemazero le premiazioni della decima edizione di Scrivere di Cinema – Premio Alberto Farassino, il concorso di critica cinematografica rivolto a studenti delle scuole superiori e giovani under 28, promosso da Cinemazero, pordenonelegge.it, Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani e MYmovies.it, con il supporto di Banca Popolare FriulAdria (Gruppo Cariparma Crédit Agricole) e Onda Mobile Communication.

Alla presenza degli studenti finalisti provenienti da tutta Italia e dei membri della giuria Mauro Gervasini, Roberto Pugliese, Giorgio Placereani e Giancarlo Zappoli - che ha condotto la nutrita serie di studenti e ospiti - si è svolta la cerimonia di premiazione di questa edizione.

Folta la rappresentanza delle scuole del territorio, che sono state omaggiate con riconoscimenti e importanti premi. L’appuntamento si è aperto infatti con la consegna del Premio Fedeltà all’I.T.S.T. - "J.F.Kennedy" di Pordenone, che sin dalla prima edizione ha partecipato al concorso, si è continuato con l’ambito Premio la Classe di 500 euro, consegnato da Francesca Muner di Banca FriulAdria, conquistato dall’I.S.I.S "G. A. Pujati", di Sacile, mentre Adriano De Grandis ha dato la targa del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici al Liceo Scientifico “Le Filandiere” di S. Vito al Tagliamento. Passando al vivo dell’appuntamento, i vincitori di questa edizione sono: Alexandra Tudor per il Biennio, Valentina Venturi per il Triennio e Giuseppe Grossi per gli Under 28, accolti e acclamati dall'Assessore alla Cultura del Comune di Pordenone, Claudio Cattaruzza, dal Presidente del Teatro Verdi Giovanni Lessio, Marco Agrusti per Onda Communication, dal Presidente del Far East Film Festival Sabrina Baracetti e dal presidente di Cinemazero Renato Cinelli, affiancato da Piero Colussi.

Ma gli studenti non erano stati invitati solo per dei premi, ma anche per ascoltare degli addetti ai lavori che gli fornissero dei suggerimenti per continuare in questa strada, in particolare l’ospite Francesca Cima. La produttrice della Indigo Film ha raccontato cos’è questo mestiere, che ha definito un lavoro da traduttore che ha bisogno del confronto con la critica. Ha poi suggerito ai ragazzi di perseverare, di appassionarsi, di porsi come animatori culturali, come protagonisti del proprio territorio, e vista la provenienza da Como a Brindisi dei partecipanti questo appello va a coprire tutto il Paese. Scrivere di Cinema – Premio Alberto Farassino conferma quindi il ruolo di riferimento nazionale che ha conquistato, stimolando il confronto tra i ragazzi di tutta Italia e, allo stesso tempo, ponendosi come terreno condiviso di percorso e passioni.


INFO/FONTE: Cinemazero / Ufficio Stampa

Leggi le Ultime Notizie >>>