Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Il Rinascimento di Pordenone Con Giorgione, Tiziano, Lotto, Jacopo Bassano e Tintoretto
Pordenone
Dal 25/10/19
al 02/02/20
Mostra Pordenone
PICCOLO TEATRO CITTÀ DI SACILE E UTE DI SACILE E ALTOLIVENZA INSIEME PER L’EVENTO “LEONARDO&FRIENDS"
Palazzo Ragazzoni - Villa Frova
Sacile - Caneva
Dal 17/11/19
al 30/11/19
Leonardo
Concerti Aperitivo: 17 novembre 2019, Gorizia, Trio flauto, viola e violoncello
Palazzo De Grazia
Gorizia
Il 17/12/19
Tommaso Bisiak

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Laguna in Tecja Laguna in tecja 2019
Grado (GO)
Dal 26/10/19
al 15/12/19

 

Notizie > AttualitĂ  > 11 Settembre 2012

Bookmark and Share

Parco di Miramare: il sindaco Cosolini scrive al ministro Ornaghi

Il sindaco Roberto Cosolini (foto Uff. Stampa Comune di Trieste)

Trieste (TS) - Il Sindaco di Trieste Roberto Cosolini ha scritto al Ministro per i Beni e le Attività Culturali Lorenzo Ornaghi per descrivere la situazione in cui versa il Parco del Castello di Miramare e per offrire la massima collaborazione da parte del Comune di Trieste e delle istituzioni locali. Nella lettera il primo cittadino ha chiesto al Ministero un autorevole intervento e una visita dello stesso Ministro al nostro prezioso sito turistico e l’ha informato sul prossimo incontro al quale parteciperanno le istituzioni locali oltre alla Direzione Regionale per i Beni culturali e paesaggistici e alla Soprintendenza per i Beni architettonici e paesaggistici del Friuli Venezia Giulia.

“Intervenire su Miramare è un passo necessario e doveroso - ha dichiarato il Sindaco -. Miramare è un bene dello Stato e conseguentemente è in collaborazione con lo Stato che dobbiamo trovare una soluzione capace di valorizzarlo. Sappiamo che le sparate della serie “facciamo noi” sono buone per captare l’attenzione della gente, giustamente esasperata, ma come si è visto tante volte, lasciano i problemi irrisolti. Qui serve invece un accordo di collaborazione. La costituzione di una Fondazione può essere uno strumento adatto, ma se ne possono individuare anche degli altri, certo è che è necessario un accordo con la proprietà. Serve un progetto dentro il quale si incardinino tutte le buone idee che stanno venendo fuori in questi giorni, dal biglietto per visitare il Parco o per assistere alle manifestazioni che si svolgono al suo interno. Inoltre, c’è bisogno di avvicinare la città al Parco e al Castello, sia creando nuovi collegamenti logistici sia realizzando nuove iniziative culturali che coinvolgano entrambe le parti. Non c’è la possibilità che si possa fare tutto con i soldi pubblici, si deve ricorrere a formule di organizzazione che coinvolgano l’associazionismo e il volontariato cittadino. Rimane il fatto che per la realizzazione di un progetto serio e concreto, che interessi tutti i soggetti e che individui “chi fa cosa” è necessario discuterlo e stilarlo con il Ministero e il Ministro”.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>