Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 07 Agosto 2012

Bookmark and Share

I partecipanti a “Pace in bici” accolti in piazza Unità dal vicesindaco Fabiana Martini

L'incontro con il vicesindaco Fabiana Martini (foto Ufficio Stampa Comune di Trieste)

Trieste (TS) - Nel giorno che ricorda il tragico bombardamento di Hiroshima, i partecipanti a “Pace in bici” sono stati accolti ieri pomeriggio (lunedì 6 agosto) in piazza Unità d’Italia a Trieste dal vicesindaco Fabiana Martini. Nel corso del semplice e significativo incontro, i promotori della manifestazione Lisa Clark e don Albino Bazzotto, dell’Associazione nazionale di volontariato Onlus “Beati i costruttori di pace”, hanno consegnato al vicesindaco Martini e all’assessore comunale di Muggia Giorgio Kosic due pergamene bilingui, commemorative dell’iniziativa che –come noto- punta a sensibilizzare sull’importanza della pace e in particolare sulla messa al bando delle armi nucleari.

Ringraziando gli ospiti per aver voluto far tappa a Trieste e ribadendo l’importanza di voler costruire quella cultura della pace tanto cara al sindaco di Firenze Giorgio La Pira, “spero –ha detto il vicesindaco Martini- che i semi di pace che avete sparso riescano a diffondersi sempre più”. Lisa Clark ha invece sottolineato “la bella accoglienza di Trieste”, mentre don Albino Bizzotto ha ricordato che “Hiroshima e Nagasaki, fino a Chernobyl e Fukushima sono traumi che riguardano tutto il mondo”.

“Le città non possono rinunciare alla loro vocazione di civiltà” –ha detto don Bizzotto- auspicando che, “come per le mine anti-uomo, si possa attuare anche una convenzione mondiale contro le armi atomiche”. L’incontro in piazza si è concluso con un informale e dissetante brindisi offerto dalle Coop Nordest.

Partiti da Parenzo domenica, la manifestazione è passata per Visinada, Grisignana e Buie. Dopo una cerimonia in ricordo delle vittime di Hiroshima, insieme ai sindaci croati e alla rappresentanza delle Regione istriana, sono seguiti altri incontri con amministratori locali sloveni e croati, al Comune di Isola e a quello di Capodistria. I partecipanti a “Pace in Bici” sono stati anche accolti a Rabuiese dai rappresentanti dell’amministrazione comunale di Muggia, mentre questo pomeriggio- sono stati ricevuti in piazza Unità d’Italia dal sindaco Roberto Cosolini e dal vicesindaco Fabiana Martini.

Il programma di “Pace in bici”proseguirà anche domani, martedì 7 agosto, con le visite al Museo de Henriquez e al caco di Nagasaki, nel parco Basaglia a Trieste (l’albero è nato dai semi di una delle poche piante vissute dopo il disastro atomico). A seguire altri incontri si terranno con gli amministratori comunali di Duino Aurisina, Monfalcone, Staranzano, San Canzian d’Isonzo.

L’8 agosto, il giro ciclistico proseguirà da Cervignano del Friuli per San Giorgio di Nogaro, Latisana, Azzano Decimo, Vallenoncello. Il 9 agosto sarà la volta di Pordenone, Roveredo in Piano e Aviano dove, alle ore 11.00, davanti alla base USAF, si terrà la cerimonia in memoria delle vittime del bombardamento di Nagasaki, presenti il sindaco di Aviano e altri amministratori locali della nostra regione.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>