Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Spettacoli > Teatro > Friuli Venezia Giulia > TS > Trieste

Bookmark and Share

Un ozioso disinteresse, un fantasioso incanto

photo Gianni Peteani

La storia di una vita difficile che trova riscatto e rifugio nell’arte. La storia di un uomo fragile e di un grande animo d’artista.
Chi è l’uomo che saluta i personaggi dei pannelli del Cinema Ideal invitandoli a fare silenzio e che poi prende a raccontare la vita del visionario e talentuoso artista triestino? Nelle sue parole vi è uno strano e sbilanciato slancio. Parla in prima e in terza persona e dice di non ricordare bene.

Vito Timmel si è raccontato molto nei suoi quadri e nelle parole del suo “Magico taccuino”. Ma soprattutto si è raccontato cercandosi e sfuggendosi, ritrovandosi e perdendosi per poi forse ritrovarsi ancora per un’ultima volta nella dimesione della follia. Perché per lui, diceva, “girovagare e cozzare con l’indipendenza” era “una necessità che sempre lo ha vinto”. La storia di una vita difficile che trova riscatto e rifugio nell’arte. La storia di un uomo fragile e di un grande animo d’artista.

durata 50’ca

con Adriano Giraldi
a cura di Stefano Dongetti
progetto a cura di Laura Forcessini


Biglietto € 10,00 (da 1h prima dello spettacolo all’ingresso del museo). Informazioni e prenotazioni: Teatro Miela, da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 13.00, tel. 040365119. Posti limitati

Con il biglietto allo spettacolo, dalle 17 alle 18, si può accede all’esposizione permanente dei pannelli realizzati da Vito Timmel per il Cinema Ideal nella Biblioteca d’arte “Sergio Molesi” del Museo Revoltella.

Un ozioso disinteresse, un fantasioso incanto
Museo Revoltella

Trieste
TS
Il 19/07/19

Per maggiori informazioni
Sito web: http://www.miela.it

Vedi Calendario Spettacoli >>>

in calendario