Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Spettacoli > Concerti > -- > Friuli Venezia Giulia, Veneto, Slovenia, Croazia

Bookmark and Share

Nei suoni dei Luoghi 2018 - XX edizione

ArTime Quartet (foto Ufficio Stampa Festival "Nei suoni dei luoghi")

Vent'anni: sono l'età più bella e spensierata della vita, mentre per un festival musicale che ha l'obiettivo di divulgare la musica ''colta'', rappresenta un traguardo di tutto rispetto, che ''Nei suoni dei Luoghi'' taglia quest’anno confermando la sua continua volontà di rinnovarsi ampliando sempre più i suoi confini.

La rassegna, organizzata dall'associazione Progetto Musica, con la direzione artistica del M° Enrico Bronzi e grazie al contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, della Federazione delle Banche di Credito Cooperativo del Fvg e della CEI - Central European Initiative (che metterà a disposizione sei borse di studio per altrettanti studenti di accademie dei Paesi balcanici) anche nel 2018 unirà idealmente, con 35 concerti, un territorio transfrontaliero che toccherà ventisei (26) Comuni in Friuli Venezia Giulia, affiancati da Portogruaro (Ve), da quelli sloveni di Nova Gorica e Vipolze e da Cherso (Croazia), che per la prima volta ospiterà un concerto del Festival.

Resta saldo l'obiettivo della rassegna, in programma dal 4 luglio al 29 dicembre 2018: divulgare la musica "colta" tramite la promozione, accanto ad alcuni musicisti affermati, di giovani talenti italiani e stranieri, selezionati tramite apposite audizioni nelle migliori scuole di formazione musicale del Nordest italiano, dell'Austria e dei Balcani; il tutto nella suggestiva cornice di chiese, ville, giardini, teatri. Formula vincente non si cambia: ecco che a fianco della musica il pubblico troverà degustazioni di prodotti tipici locali, visite gratuite in luoghi di particolare interesse storico, archittetonico e culturale, lezioni concerto.

Ad aprire la rassegna, il 4 luglio alle ore 21.00 nel giardino di Villa de Brandis di San Giovanni al Natisone, sarà La Big Tartini Band. Il gruppo proporrà la “Sweet Time Suite” - opera dalla scrittura estremamente lirica e, al contempo, ritmicamente disciplinata, quasi matematica - di Kenny Wheeler, uno dei più grandi esponenti mondiali del jazz. Il concerto è organizzato in collaborazione con il conservatorio "Tartini" di Trieste.
Due giorni dopo, venerdì 6 luglio alle ore 20.45, il secondo appuntamento: a Palazzo Ghersiach di Villesse, il pianista Giacomo Menegardi proporrà alcune tra le più importanti composizioni pianistiche, dalla sonata n° 32 di Haydn alla n° 14 in do minore di Mozart, toccando l'anima romantica di Chopin, le peregrinazioni malinconiche e solitarie di Liszt e il raffinato descrittivismo di Ravel. Il concerto è realizzato in collaborazione con il conservatorio di musica “A. Steffani” di Castelfranco Veneto.

«Grazie anche a rassegne come "Nei suoni dei luoghi" la stagione 2018 in Friuli Venezia Giulia sarà importante dal punto di vista musicale, ma la prossima lo sarà ancora di più, grazie a un fil rouge unico che collegherà tutte le iniziative culturali – ha affermato l'assessore regionale alla Cultura e Sport Tiziana Gibelli intervenendo a Trieste nella sede della Regione di via Carducci alla presentazione della ventesima edizione -. Una coralità di lavoro che va sviluppata e un filone tematico annuale unico, che per l'anno prossimo sarà il Rinascimento, declinato in ogni forma, sono i presupposti per una più efficace attrazione degli sponsor, necessari per sostenere eventi culturali di grande livello. Proprio il filone tematico unificante sarà il criterio guida per assicurare le premialità maggiori nei bandi, in particolare per le rassegne». Al tempo stesso l'assessore ha assicurato che «sarà conservato il meccanismo del contributo diffuso che favorisce in particolare i piccoli Comuni».

«Portare un festival al traguardo dei 20 anni di vita riteniamo sia un indice della validità della proposta che abbiamo costruito nel corso degli anni. Un risultato possibile anche grazie alla conferma della fiducia dei nostri partner, prima tra tutti la Regione Friuli Venezia Giulia, che quest'anno, con un ulteriore sostegno finanziario, permetterà di realizzare una specifica attività di promozione verso la Slovenia.» sottolinea Loris Celetto, direttore generale dell’associazione Progetto Musica.

«"Nei suoni dei luoghi" assolve al preciso compito di creare un raccordo tra la preparazione accademica superiore e l’attività concertistica. La parte più bella nel costruire il festival “Nei suoni dei luoghi” sta sicuramente nel momento delle selezioni. In quei giorni viaggiamo per ascoltare i candidati nelle accademie, licei e conservatori che aderiscono alla nostra manifestazione. È un viaggio in mezzo a musicisti pieni di entusiasmo e ideali. Ma è anche il momento in cui questi giovani artisti testano il frutto del loro lavoro, fatto di studio e disciplina, senza i quali il loro talento non significherebbe nulla. È insomma un’esperienza di gioventù, speranze, rigore e talento, nel nome della bellezza e della verità contenute nel patrimonio della musica occidentale» precisa Enrico Bronzi, direttore artistico del festival.


LE COLLABORAZIONI: UNA RETE SEMPRE PIU' AMPIA
La grande capacità del Festival è quella di saper costruire, rafforzare e ampliare le collaborazioni - su diversi livelli e diversi piani - con Istituzioni, con enti di formazione e con altri soggetti che operano nel settore musicale. Oltre alle consolidate collaborazioni, infatti, nel 2018 si aprono nuovi percorsi con l'adesione al protocollo dell'Accademia delle Arti di Novi Sad e del liceo classico scientifico musicale "XXV Aprile" di Portogruaro.

È di ieri la firma di una convenzione intesa a selezionare, per la partecipazione al festival "Nei suoni dei luoghi" a partire dall’edizione del prossimo anno, gli allievi della “Academy” Milano Music Master School, diretta dalla violinista russa Yulia Berinskaya e associata al Sistema londinese ABRSM (Associated Board of the Royal Schools of Music), nota per la formazione di musicisti di strumenti ad arco.

Si amplia anche il numero dei Comuni che ospiteranno i concerti: alla già corposa lista si aggiungono nel 2018 Grado, Cherso, Santa Maria La Longa, Corno di Rosazzo e Malborghetto.
Tra le nuove collaborazioni per la co-organizzazione di concerti troviamo l'accademia di studi pianistici "Antonio Ricci" (per il concerto del 21 settembre a Corno di Rosazzo), la Fondazione Bon (per il concerto nella Chiesa di Santa Chiara a Udine il 21 agosto), la Lega Navale Italiana-sezione di Grado (per il concerto di Ferragosto a Grado) e infine il Comune di Latisana-Assessorato alla Cultura e la Pro Latisana per il concerto-omaggio ''Suggestioni a Nord-Est: parole e musica attraverso i 25 anni del Premio letterario Latisana per il Nord-Est'' dell'8 settembre.

Per la prima volta sarà realizzato e distribuito un calendario unico tra "Nei Suoni dei Luoghi" e "Carniarmonie".

Compie un salto di qualità anche la collaborazione con il "Mittelfest": quest'anno l'evento organizzato da Progetto Musica, Universit ät Mozarteum Salzburg, conservatorio di musica “J. Tomadini” di Udine e conservatorio di musica “G. Tartini” di Trieste viene inserito nel calendario principale del festival, dedicato ai ''millennials''.

Altra novità: il 28 ottobre in due momenti (ore 11.00 e ore 16.00) all'azienda pubblica di servizi alla persona "ITIS" di Trieste, si esibirà il fisarmonicista Predrag Nikolic. L’Istituto, divenuto uno dei simboli dell’assistenza alle fasce più deboli della popolazione, celebra i 200 anni dalla fondazione: nato nel 1818 come Istituto generale dei poveri, nel 1976 fu trasformato in ente pubblico con decreto del Presidente della Giunta regionale, specializzandosi da quel momento esclusivamente nell’assistenza alle persone anziane.


UNO SGUARDO ALLA SLOVENIA E ALLA CROAZIA
Quest'anno, grazie al contributo dell’Assessorato alle Attività Produttive della Regione FVG (a valere sulla legge 21/2016), è stato possibile arricchire il festival con nuove proposte e appuntamenti oltre confine, realizzando il concerto dell'Orchestra Giovanile Alpina il 20 settembre al Kulturni Dom di Nova Gorica, inserendo una degustazione di prodotti tipici del Friuli Venezia Giulia in occasione del concerto al Castello di Kromberk il 30 agosto, realizzando e distribuendo 4.000 calendari del festival appositamente ideati in lingua slovena e attuando una specifica promozione radiofonica in territorio sloveno.


IL CARTELLONE MUSICALE
Trenta (30) Comuni per trentacinque (35) concerti che spazieranno dal classico alle ardite rivisitazioni della musica pop rock, dalle tradizioni secolari a un excursus tra le colonne sonore del grande schermo fino al frizzante mix di intrattenimento e musica: nel 2018 il programma del festival internazionale è quanto mai variegato.

Da segnalare gli appuntamenti del 18 luglio a Pradamano, con Corazon de Tango & Tango Fatal, spettacolo di forte impatto emotivo che, grazie anche a un sapiente e innovativo gioco di luci, farà rinascere sul palcoscenico le sensuali e misteriose atmosfere porteñe, quello del 28 luglio a Villa Pighin di Pavia di Udine con l'ArTime String Quartet che ripercorrerà alcuni tra i maggiori successi della musica pop, rock e jazz, da Modugno ai Beatles, dai Metallica ai Queen rivisitandoli in chiave quartettistica e l'esibizione di Aleksandra Jovanovic (soprano) e Milivoje Veljic, (pianoforte) al Castello di Gorizia (31 luglio) abbinato a visita guidata del castello e degustazione.

Immancabile l'appuntamento con la Sinfonietta Movie Ensemble, che quest'anno si esibirà il 1° agosto ad Aquileia con un omaggio alle più belle e conosciute colonne sonore scritte per il cinema. Il pubblico sarà coinvolto non solo dalla musica, ma anche dall'ironia dei due poliedrici presentatori, in un viaggio alla scoperta delle curiosità legate al mondo della settima arte.

Molto atteso il concerto (su prenotazione) del Trio di Parma a Palazzo Veneziano di Malborghetto-Valbruna il 17 agosto, organizzato in collaborazione con Carniarmonie. E ancora, lunedì 27 agosto a Villa Chiopris a Chiopris Viscone sarà di scena la talentuosa pianista Ivana Damjanov, con un programma di folgorante virtuosismo.

Entrando nel cuore del Festival, il Teatro Odeon di Latisana ospiterà il 29 settembre uno degli appuntamenti più attesi: gli archi di Stefan Milenkovich (violino) ed Enrico Bronzi (violoncello), che si esibiranno per la prima volta insieme, nel concerto organizzato in collaborazione con l’Ente Regionale Teatrale del FVG.

I “Concerti al Buio”
In collaborazione con l' Istituto Rittmeyer per i Ciechi di Trieste verrà riproposta l’esperienza del “Concerto al Buio” che anche quest'anno prevede due date: venerdì 28 settembre con Stefan Milenkovich e il 3 dicembre con il Duo Constantini-Minutello. Come sempre, gli appuntamenti (su prenotazione) vedranno gli spettatori seguire l'esibizione completamente al buio, fino al riaccendersi delle luci dopo le ultime note: un appuntamento unico a livello italiano, fiore all'occhiello della rassegna, da sempre caratterizzata da una attenzione particolare alla disabilità, confermata anche dai 25 eventi con la qualifica di ''concerto accessibile per le persone con disabilità sensoriale, fisica e cognitiva''.

Il Circuito dei “legni”
All'interno del Festival si articolerà un circuito di concerti dedicato ai “Legni”, ovvero una delle famiglie degli strumenti a fiato, che inizierà
venerdì 3 agosto a Premariacco con il flauto di Deana Simic, proseguirà l'11 agosto a San Lorenzo Isontino con i quattro clarinetti del Clartet, per tornare nuovamente al clarinetto di A leksa Stojadinovic il 14 agosto nella suggestiva atmosfera di Villa Tissano, a Santa Maria la Longa. Flauto, oboe, clarinetto e pianoforte saranno protagonisti dell'esibizione del quartetto sloveno dei Four Characters ad Aiello del Friuli il 25 agosto, mentre gli ultimi tre eventi saranno dedicati rispettivamente al flauto, con l'esibizione da parte di Anja Malkov il 2 settembre a Mariano del Friuli, al fagotto nel recital di Aleksa Marinkovic il 7 settembre a Vipolze e ancora al clarinetto di Marko Derikrava, l’11 settembre a Giussago di Portogruaro.


INIZIATIVE COLLATERALI: VISITE GUIDATE, DEGUSTAZIONI, LEZIONI CONCERTO
Come ormai da tradizione, il programma musicale sarà abbinato a iniziative di promozione del territorio e delle sue peculiarità.
Primo appuntamento, mercoledì 4 luglio a S. Giovanni al Natisone con la visita guidata a Villa de Brandis. Martedì 31 luglio, in occasione del concerto al Castello di Gorizia, degustazione di prodotti tipici locali e visita guidata al castello, mentre mercoledì 1 agosto, ad Aquileia, passeggiata archeologica alla scoperta della storia romana. Lunedì 6 agosto si potranno scoprire le bellezze del castello di Valvasone, mentre una degustazione dei vini di Lis Neris sarà offerta al termine del concerto dell'11 agosto a S. Lorenzo Isontino. Visita e degustazione saranno invece abbinate in occasione dell'evento a Villa Tissano di Santa Maria la Longa, mentre sarà possibile visitare il Museo Etnografico della Val Canale fino a tarda sera in occasione dell'appuntamento del 17 agosto. Due visite guidate accompagneranno gli appuntamenti del 22 agosto (alla Cappella gentilizia di villa Bresciani Attems a Cervignano) e del 25 agosto (alla centa medievale di Joannis), mentre il 28 agosto sarà possibile effettuare una visita guidata tra le vie storiche di Campolongo Tapogliano. Anche Villa Vipolze entrerà nel programma con la visita in lingua italiana (7 settembre). Altri due appuntamenti saranno la visita guidata al castello di Kromberg con la degustazione di prodotti tipici friulani (30 agosto), e la lezione concerto di Enrico Bronzi a Trieste il 19 novembre.


I SOSTENITORI
Confermato anche per l’edizione 2018 il sostegno al festival della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, nonché il sostegno economico delle Banche di Credito Cooperativo del Friuli Venezia Giulia, presenti capillarmente sull’intero territorio regionale.

Tutti i concerti del Festival (salvo dove diversamente indicato) sono a ingresso gratuito, fino a esaurimento dei posti disponibili. Info e calendario completo su: www.neisuonideiluoghi.it – facebook.com/festivalneisuonideiluoghi


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Festival "Nei suoni dei luoghi"

Nei suoni dei Luoghi 2018 - XX edizione
varie sedi

Friuli Venezia Giulia, Veneto, Slovenia, Croazia
--
Dal 04/07/18 al 29/12/18

Per maggiori informazioni
Sito web: http://www.neisuonideiluoghi.it

Vedi Calendario Spettacoli >>>

in calendario