Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Gusti di frontiera 2017 - XIV edizione
centro città
Gorizia
Dal 21/09/17
al 24/09/17
Gusti di frontiera 2017
Trieste Next 2017: “Un mare di scienza” - VI edizione
piazza dell'Unità d'Italia
Trieste
Dal 21/09/17
al 23/09/17
Trieste Next
Virgilio Giotti a sessant’anni dalla scomparsa: i suoi versi rivivono in altre lingue
Circolo della Stampa - sala "Paolo Alessi"
Trieste
Il 21/09/17
Virgilio Giotti

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/16
al 31/12/17
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/16
al 31/12/17
Purcit in Staiare Purcit in Staiare
centro cittadino
Artegna (UD)
Dal 01/01/16
al 31/12/17

 

Mostre > Friuli Venezia Giulia > TS > Trieste

Bookmark and Share

Elisabeth Masé: "Amerika. Give Me a Reason to Love You"

Amerika. Give Me a Reason to Love You

Trieste Contemporanea ospita dal 25 agosto al 19 settembre 2017 la mostra "Amerika. Give Me a Reason to Love You" dell'artista svizzera Elisabeth Masé, a cura di Darius Bork. In occasione dell'inaugurazione - venerdì 25 agosto, alle ore 19 - ci sarà un'inedita conversazione tra l'artista, il curatore e il pubblico, in forma di performance.

"Quando per la prima volta ho visitato la mostra AMERIKA.GIVE ME A REASON TO LOVE YOU, a Berlino, a gennaio 2017, sono rimasto assolutamente colpito dalla bellezza delle immagini ad acquarello, che Elisabeth ha realizzato per questo progetto, ma mi sono anche irritato per il contenuto delle immagini – violenza, sangue, visioni strane simili a incubi – radunate nello scenario perfetto dello spazio della galleria. Mi è sembrata una contraddizione vedere la lotta evidente nella società americana incorniciata con molta cura e splendidamente allestita. Ma il punto è proprio questo... Masé è una perfezionista! Quando vuole trasmettere un messaggio, come nel caso di questa mostra e del libro, intende irritare e innescare in noi una forte reazione. Vuole svegliarci, ma non con uno shock di primo impatto, bensì con sensibilità, bellezza e positività. Sono certo che l’artista creda nella parte positiva del genere umano e che questa sia la ragione del suo perfezionismo. Non solo questo progetto a Trieste, ma tutto il suo lavoro artistico ha un’eccellente qualità sia in termini di esecuzione artistica, sia in termini di dichiarazione artistica e intellettuale. Masé si appassiona e si propone di appassionare il mondo con i suoi progetti artistici e le sue idee, come solo pochi artisti sanno fare". (Darius Bork)

"AMERIKA.GIVE ME A REASON TO LOVE YOU" è stata prodotta nel 2013, quando l’artista si divideva tra Stati Uniti e Europa, e documenta il suo coinvolgimento proprio con gli Stati Uniti d’America. Attraverso testi e immagini ad acquarello l’artista affronta temi di forte impatto come il fanatismo delle armi, le fantasie di potere, l’immagine stereotipata della donna, la percezione distorta dei ruoli di genere. Cosa accadrebbe se, come avviene per i soldati della Masé, i cannoni e i falli diventassero una cosa sola e violenza e fantasie sessuali venissero vissute senza limiti? Ferite aperte e sangue, le immagini del libro si costruiscono tutte con il colore rosso come dominante… L’allegria solo apparente delle scene colorate con i bambini e le azioni, ma anche le rappresentazioni, di falsi eroi mostrano una società vulnerabile. Il corpo e l’anima sono vulnerabili.

In occasione della prima mostra "AMERIKA" alla Katharina Maria Raab Gallery nel gennaio 2017, dopo il risultato delle elezioni americane in novembre e il successivo insediamento del presidente Trump, l’artista ha realizzato e poi distribuito a giovani ragazzi di Berlino una edizione limitata di canotte stampate e cappellini ricamati con la scritta "AMERIKA. GIVE ME A REASON TO LOVE YOU". In cambio i giovani partecipanti le hanno mandato foto con il cappellino ricamato e le canotte stampate.
Le foto son arrivate da club techno, negozi di ferramenta, ipermercati, bar o dalle loro stesse case, immagini e selfies della loro vita quotidiana. Questi loro scatti sono stati poi esposti in mostra come “work in progress” e i giovani, molti dei quali non erano mai entrati in una galleria d’arte, hanno visitato la mostra e hanno preso parte al dibattito.
In agosto e settembre 2017 Elisabeth Masé proporrà la stessa azione a Trieste. Contatterà giovani persone attraverso il suo curatore e altri collaboratori, darà loro canotte e i cappellini e li inviterà a partecipare a questo “work in progress” interattivo e artistico.
Cosa succederà all’America? Cosa succederà all’Europa? Vincerà la democrazia o la demagogia? Tutte queste domande riguardano molto da vicino i giovani e non vediamo l’ora di avere le loro risposte e le loro proposte a riguardo.

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con la Katharina Maria Raab Galerie di Berlino.

Elisabeth Masé è a nata a Basilea, Svizzera, dove ha studiato all'Accademia di Belle Arti. Ha insegnato a Basilea dal 1984 al 1997. Nel 1994 è stata ospite come docente all’Accademia di Belle Arti di Oslo, Norvegia. Nel 1996 si è trasferita in Germania, dove vive ed insegna tuttora. Le sue opere sono state esposte in molte istituzioni come Halle Sud, Ginevra, Kunsthalle Basel, Musée d'Art et d'Histoire a Neuchâtel, Svizzera, Kunsthalle Bielefeld, Museum MartA Herford, Kunstverein Synagoge Oerlinghausen and Bielefelder Kunstverein, Germania. Tra le sue opere pubbliche permanenti ci sono “Les Cours Etoilées, per l’università di Neuchâtel, “The Morning” per il Museum Waldhof e “Raum der Stille” per la Capella Hospitalis a Bielefeld. A partire dal 1992, Elisabeth pubblica i suoi lavori in forma di libri d’artista, di recente includendo anche i propri testi. Due volumi con acquerelli, racconti e poesie sono usciti per la Verlag Kleinheinrich a Münster, Germania, intitolati “Der Hibiskus blutet” e “Amerika. Give Me a Reason to Love You”. Nel 2016 Elisabeth Masé ha ampliato il progetto “The Dress” realizzando anche un workshop, fotografie e un film. Ha ricevuto numerosi premi, tra i quali lo Swiss Award e il Manor Kunstpreis, ed inoltre ha ottenuto una residenza alla Cité Internationale des Arts in Paris. Suoi dipinti e sue opere su carta fanno parte di importanti collezioni private in Svizzera, Germania e Stati Uniti.


-----


"Amerika. Give me a reason to love you"
progetto di Elisabeth Masé
25 agosto - 19 settembre 2017
Studio Tommaseo, Trieste
via del Monte 2/1
mar-sab 17-20
ingresso libero

Venerdì 25 agosto, alle ore 19, inaugurazione e conversazione tra Elisabeth Masé, Darius Bork e il pubblico, in forma di performance.

Sabato 16 settembre, alle ore 19, artist talk.


INFO/FONTE: Trieste Contemporanea / Studio Tommaseo - Trieste

Elisabeth Masé: "Amerika. Give Me a Reason to Love You"
Studio Tommaseo
via del Monte 2/1
Trieste
TS
Orario - Ingresso: da martedì a sabato dalle 17.00 alle 20.00
Dal 25/08/17 al 19/09/17

Per maggiori informazioni
Telefono: +39040639187
Email: info@triestecontemporanea.it
Sito web: http://www.triestecontemporanea.it

Vedi Calendario Mostre >>>

in calendario