Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Spettacoli > Eventi > Friuli Venezia Giulia > GO > Gorizia

Bookmark and Share

Gorizia Jazz 2007

PETRA MAGONI & FERRUCCIO SPINETTI “Musica Nuda” - Gorizia Jazz  2007

Gorizia Jazz 2007 dal 17 marzo al 28 aprile farà di Gorizia il centro della musica internazionale.
Una passerella di artisti di indiscussa fama: JEAN-LUC PONTY & WOLFGANG DAUNER DUO, CARLOS MAZA & NELSON VERAS DUO, PETRA MAGONI & FERRUCCIO SPINETTI, CHRISTY DORAN & ERIKA STUCKY e a concludere la reassegna GEGE’ TELESFORO & Groovinetors in uno straordiario concerto gratuito.

PROGRAMMA Gorizia Jazz 2007:

- Sabato 17 marzo, Auditorium, ore 20.45:
JEAN-LUC PONTY & WOLFGANG DAUNER DUO (Francia – Germania)
(Jean - Luc Ponty: violino - Wolfgang Dauner: pianoforte)

Fa davvero scintille l’incontro fra l’indomito maestro del violino jazz ed uno dei migliori pianisti europei. I due hanno collaborato spesso in ensemble più ampi negli anni '60 per poi dividere le proprie strade e ritrovarsi allo Stuttgart Jazz Festival nel 1996 e di nuovo dieci anni dopo, nel 2006. Dal successo della loro ultima collaborazione è nato un tour mondiale che toccherà ora anche le scene italiane.
Jean-Luc Ponty è considerato il più importante violinista jazz contemporaneo, rivoluzionario innovatore della tecnica del violino jazz ed antesignano di un'improvvisazione colta e virtuosistica.
Solista funambolico, ha scritto pagine importanti della musica per violino, lavorando anche al fianco di grandi del rock e del jazz (dalla Mahavishnu Orchestra a Elton John e a George Duke). Indimenticabili le collaborazioni con Frank Zappa, ancora nella memoria di molti la sua versione di King Kong.
Negli ultimi dieci anni, oltre ad album e dvd a proprio nome, si è dedicato a interessanti esperimenti e triangolazioni con colleghi ugualmente virtuosi: vedi “The Rite of Strings” (1995) con Al Di Meola e Stanley Clarke, o “Trio!” (2004), con lo stesso Clarke al contrabbasso e Bela Fleck al banjo.

- Sabato 24 marzo, Auditorium, ore 20.45:
CARLOS MAZA & NELSON VERAS DUO (Cile – Brasile)
(Carlos Maza: pianoforte, charango, flauti, voce - Nelson Veras: chitarra).

Dal sud del mondo, dalle periferie dell’universo emergono i talenti meticci di Carlos Maza e Nelson Veras.
Geniale compositore e polistrumentista, Carlos Maza, cileno di nascita e cubano d’adozione (il golpe di Pinochet, poco prima della sua nascita, costrinse i suoi genitori all'esilio sull'isola di Cuba) è artefice di un caleidoscopio sonoro difficilmente identificabile. Colpisce la raffinata capacità di accostare il jazz in senso stretto ad un sincero recupero delle radici latino-americane, attraverso una varietà estrema di temi, umori, coloriture. Molti sono gli ingredienti che utilizza: tradizione del Cile, jazz, un pizzico di camerismo europeo, musica delle Ande, ritmiche caraibiche, santeria cubana e tanto altro in un’autentica, straordinaria festa di suoni, di ritmi, di colori.
Nelson Veras è un talento naturale, uno degli innumerevoli cui il Brasile, terra dalle inesauribili risorse musicali, ha dato i natali. Dal suo arrivo in Francia, ha suonato con musicisti del calibro di Michel Petrucciani, suo grande sostenitore, Bireli Lagrene, Renaud Garcia-Fons, Gary Peacock, Steve Coleman e Pat Metheny.
Veras ha uno straordinario talento per il jazz, unito indissolubilmente alla verve tipica della musica della sua terra.

- Sabato 31 marzo, Auditorium, ore 20.45:
PETRA MAGONI & FERRUCCIO SPINETTI “Musica Nuda” (Italia)
(Petra Magoni: voce - Ferruccio Spinetti: contrabbasso)

Il duo Petra Magoni e Ferruccio Spinetti nasce quasi per gioco nel 2003. Lei è una cantante con alle spalle studi di canto classico e musica antica e varie esperienze nel rock, nel pop e nel jazz, lui il contrabbassista degli Avion Travel e "Musica Nuda" è il titolo che danno al loro progetto di voce e contrabbasso.
Il loro repertorio include canzoni tra le più diverse, spaziando da Monteverdi agli standard del jazz, dai Beatles ai Police e a Madonna. Liriche riportate all'essenzialità di una voce e uno strumento, ricche di incanto e rinnovato fascino.
Il loro primo disco, "Musica Nuda", esce nel 2004, diventando un “caso”, complice la trasmissione radiofonica Caterpillar, per la quale i due sono diventati un cult.
In Francia raggiungono il disco d'oro con acclamazione della critica e si aggiudicano la presenza per mesi nella top ten della classifica jazz.
Lo scorso novembre hanno vinto il Premio Tenco nella categoria "Miglior Interprete" per l'album "Musica Nuda 2” e per il tour che ha seguito l’uscita dell’album.
Le numerose gags fra i due sul palco durante le esibizioni live, il raro talento scenico di Petra, unitamente alla varietà del repertorio e al gusto nelle interpretazioni, accompagnano l'ascoltatore, anche il più distratto, in un viaggio di sorprendente suggestione.

- Venerdì 20 aprile, Auditorium, ore 20.45:
CHRISTY DORAN & ERIKA STUCKY Play the Music of Jimi Hendrix (Svizzera – Irlanda - USA)
(Christy Doran: chitarra - Erika Stucky: voce - Melvin Gibbs: basso elettrico - Fredy Studer: batteria)
Sono molte le realtà musicali “di confine” che affondano le proprie radici culturali in Jimi Hendrix.
Retaggio, magari, di un repertorio da band studentesca (come quella in cui si conobbero Christy Doran e Fredy Studer a Lucerna), ma anche fonte di energia e di creatività visionaria destinata a rinnovarsi lungo i percorsi artistici più svariati.
Dopo la comune esperienza con gli OM negli anni Settanta (col loro mix di jazz, raga ed Hendrix), Doran e Studer hanno spesso incrociato le reciproche esperienze nell’ambito dell’improvvisazione, tornando a confrontarsi di tanto in tanto col repertorio di quello che Robert Wyatt ha definito “un gentiluomo del Sud”.
Ad un decennio dalla libera rilettura operata con Phil Minton, Django Bates e Amin Ali (documentata su etichetta Intuition), il ‘progetto Hendrix’ si riavvicina oggi alla forma originaria di questi materiali, tappeto ideale per lo stile chitarristico tagliente di Doran come per la rimica poderosa di Studer, supportati dalla personalità istrionica e spregiudicata di Erika Stucky (già interprete di una sua ‘If 6 Was 9’ nell’album ‘Lovebites’) e dalla spinta propulsiva di un bassista afro-americano come Melvin Gibbs, uno degli specialisti più richiesti della scena di New York.

- Sabato 28 aprile, Teatro Verdi, ore 20.45:

GEGE’ TELESFORO & Groovinetors (Italia)
(GeGè Telesforo: voce, percussioni - Alfonso Deidda: sax, percussioni, voce - Fabio Zeppetella : chitarra - Marcello Surace: batteria - Max Bottini: basso - Mia Cooper: voce)

Cantante, percussionista, polistrumentista, ma anche giornalista, conduttore radiotelevisivo, entertainer, Gegè Telesforo, uno dei personaggi più interessanti del panorama jazz italiano, rappresenta una figura professionale dai mille contorni, e dalle altrettante sfumature.
Nato, artisticamente, con Renzo Arbore, che ne ha scoperto le incredibili doti vocali, Telesforo ha saputo, nel corso degli anni, individuare un proprio progetto di ricerca, che ha nello scat, ovvero l’improvvisazione con la voce, il suo punto di partenza.
Ad accompagnare Telesforo una band coinvolgente dal forte impatto ritmico, entusiasmante per il talento di alcuni fra i più quotati musicisti del momento.
Un organico rodato da quasi 10 anni di registrazioni e concerti. Un live–set che spazia dal be-bop al funky in cui gli elementi jazzistici e improvvisativi si saldano a una rigorosa ed infallibile concezione ritmica dominata dal "groove".
Dopo aver collezionato una lunga serie di “sold out” in tutta Italia, approda quindi anche a Gorizia il nuovo progetto di Telesforo, un concerto che unisce musica e virtuosismo con il più puro divertimento.

Ingresso:
Auditorium: concerto del 17 marzo:
intero Euro 22,00 - ridotto Euro 20,00
Auditorium: concerti del 24 e 31 marzo, 20 aprile:
intero Euro 16,00 - ridotto Euro14,00
Abbonamento: Euro 55,00
Concerto del 28 aprile 2007 al Teatro Verdi (Gegè Telesforo & Groovinetors): ingresso libero e gratuito

Maggiori info: www.comune.gorizia.it e www.controtempo.org

Nelson Veras

Gorizia Jazz 2007
Auditorium e Teatro Verdi

Gorizia
GO
Dal 17/03/07 al 28/04/07

Per maggiori informazioni
Telefono: 347-4421717
Email: info@controtempo.org
Sito web: http://www.controtempo.org

Vedi Calendario Spettacoli >>>

in calendario