Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Mostre > Friuli Venezia Giulia > PN > Pordenone

Bookmark and Share

Cinema & Fumetto

Cinema & Fumetto

La nascita ufficiale del cinema, corrispondente alla prima proiezione pubblica che i fratelli Lumière effettuarono a Parigi il 28 dicembre 1895, precede di qualche settimana quella del fumetto, con la comparsa del personaggio "The Yellow Kid" sul quotidiano "New York World": era infatti il 16 febbraio 1896 quando Richard Felton Outcault pubblicava la prima tavola di quello che viene ritenuto, ormai simbolicamente, il primo eroe dei comics.
Pur se studi recenti hanno collocato più indietro nel tempo le datazioni di cinema e fumetto, portando con merito alla luce un lavoro pioneristico di cui è doveroso conservare memoria, è comunque coi Lumière e con Outcault che i due mezzi espressivi assumono quei connotati che li faranno diventare, agli inizi del Novecento, intrattenimenti di massa importantissimi.
Non è quindi un caso che tra i due media esistano da oltre un secolo significativi rapporti, sia per mezzo delle trasposizioni di comics su pellicola sia per le influenze cinematografiche nei fumetti, e che oggi si assista ad un massiccio ritorno su pellicola degli eroi disegnati.

Studiosi e addetti ai lavori si sono interrogati a lungo sull'esito di questi rapporti, non sempre giudicati felici nei risultati artistici (e talora commerciali‚Ķ), e il dibattito ha investito anche le differenze e le affinità tra cinema e fumetto. A questo proposito Will Eisner, uno dei maestri del fumetto statunitense e mondiale, afferma: "Nella nostra cultura il cinema e il fumetto sono i mezzi principali per la trasmissione di storie attraverso immagini... ma il loro rapporto col lettore è completamente diverso. Il cinema è un mezzo a cui si assiste, mentre il fumetto chiede ai suoi lettori partecipazione. Nel corso di un film, il "lettore" (spettatore) è confinato in un ambiente fortemente vincolato a trasmettergli un'esperienza virtuale, mentre nel fumetto il lettore è libero di leggere al ritmo che preferisce. Inoltre gli viene richiesto una sorta di contributo intellettuale".
Al di là dei pareri discordi di esperti e studiosi, i due media, quando hanno avuto modo d'interagire, sono sempre stati premiati dal pubblico: i flop veri e propri si contano sulle dita di una mano, mentre i successi - duraturi o meno - sono stati di gran lunga più numerosi. E questo è un dato che merita sicuramente più d'una riflessione, poiché la sintesi tra due mezzi d'espressione comunque diversi non è mai facile, né scontata e, a spiegare il successo di certi personaggi di carta e celluloide, non basta chiamare in causa argomenti quali le strategie di marketing o i battage pubblicitari, per quanto ricchi e martellanti.

Lo scopo che si prefigge la mostra "Cinema & Fumetto" è di evidenziare la rete di relazioni che i due media hanno intrattenuto, rivelando una non comune capacità di ridefinire l'immaginario collettivo, attraverso l'uso della narrazione per immagini. Accompagnando e spesso addirittura anticipando modi e tematiche del Novecento, film e fumetti hanno interagito con esiti artistici talvolta altissimi e, al tempo stesso, riuscendo ad essere perfettamente fruibili dal grande pubblico.

La mostra è accompagnata da un catalogo appositamente realizzato (pp. 336), che pubblica tutti i materiali selezionati per l'esposizione. Un ricco apparato iconografico, con circa 200 illustrazioni, è accompagnato dalle opportune schedature e dai contributi critici di Carlos Aguilar, Paolo Caneppele, Alfredo Castelli, Stefano Della Casa, Charles Dierick, Roberto Festi, Guenter Krenn, Dario Magini, Massimo Moscati, Maurizio Scudiero, Odoardo Semellini e Piero Zanotto che analizzano le opere prese in esame.

Cinema & Fumetto
ex Convento di San Francesco
Via San Francesco
Pordenone
PN
Dal 01/12/06 al 18/02/07

Vedi Calendario Mostre >>>

in calendario